Via Cesenatico: incidente e proteste per asfalto rotto e velocità

Nuovo incidente e nuove proteste lungo la via Cesenatico. «Questa volta nessuno si è fatto troppo male ma ci è mancato poco. Qui la situazione continua a peggiorare».

Le proteste sono dei residenti lungo il tratto iniziale di via Cesenatico. Da tempo lamentano come la strada sia dissestata, si aprano buche sempre nuove nell’asfalto ad ogni pioggia e la via, percorsa dai mezzi a velocità sostenuta, anche a ridosso delle fermate dei bus e delle strisce pedonali, è poco illuminata di notte e si sta avvallando sempre più in direzione della pista ciclabile.

Ieri attorno alle 8.30 l’incidente ha coinvolto un furgone cassonato Fiat Iveco, una Lancia Y ed una Fiat 500. Frenate secche, rischio di finire fuori strada e di travolgere eventuali presenze ad una delle fermate dei bus.

È servito l’intervento del 118 e due persone sono state trasportate al Bufalini per trauma cranico e traumi facciali non gravi.

«La strada sta sprofondando ed avvallandosi verso destra, oltre ad aprire sempre nuovi crateri, e diventa ancor più pericolosa se unita alla veloce percorrenza dei veicoli. Questa volta l’incidente poteva essere ben più grave ed in passato le vetture si sono scontrate contro le cancellate delle case».

L’appello-protesta arriva dai residenti del tratto che corre dal viadotto Martin Luther King fino a Ponte Pietra. Fino a qualche tempo fa il punto critico era solo quello a ridosso delle abitazioni del cosiddetto “Borgo dei Canarelli”. Adesso la situazione sta degenerando su un paio di chilometri. Portando con sé nuovi pericoli

«Sotto alla pista ciclabile c’è un fossato che nel passato è stato tombinato e chiuso per creare spazio alle bici. Il tempo sta facendo il suo corso usurando la strada. Ogni giorno che passa l’asfalto in direzione Cesenatico si inclina sempre di più verso l’esterno, verso le case e la pista ciclabile. Potere del tempo, delle piogge oltre che del passaggio continuo di mezzi anche pesanti. Per noi la rumorosità ed i pezzi di asfalto che si staccano e schizzano verso le case dopo aver aperto nuove crepe più o meno profonde, sono ormai all’ordine del giorno. Con auto e scooter soprattutto che rischiano pericolose sbandate ed incidenti. Come è successo anche questa volta. Non si può più rimandare una programmazione di lavori efficaci. Il manto stradale qui non va rattoppato: va proprio rifatto del tutto».

Chiusa temporaneamente, in orario notturno, la E45 tra Cesena ovest e Cesena nord: dalle 22 di oggi fino alle ore 6 di domani mattina.

Per consentire l’avanzamento dei lavori di manutenzione del viadotto posto al km 226,280 Anas ha programmato la chiusura temporanea della strada statale 3 bis “Tiberina” (E45).

Dalle 22 di oggi all’alba sarà chiuso al transito, per chi viaggia in direzione Ravenna, il tratto tra lo svincolo di Cesena Ovest (km 224,200) e lo svincolo di Cesena Nord (km 228,800).

Contestualmente sarà chiuso al traffico anche lo svincolo di Cesena Secante (km 225,600).

Il traffico sarà deviato sulla viabilità locale, come da indicazioni che si troveranno su cartelli posti in loco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui