Verucchio, oltre 5 milioni di lavori pubblici per il 2022

Pressione tributaria invariata con conferma di ogni aliquota e agevolazione in fatto di Addizionale Irpef, Imu e Tari, e un Piano Triennale dei Lavori Pubblici che nel 2022 prevede interventi per oltre 5 milioni di euro che vanno da una serie di opere di recupero e riqualificazione di strutture e aree verdi a un maxi efficientamento energetico delle scuole del territorio: sono questi gli aspetti principali del Bilancio di Previsione 2022-2024 approvato lunedì dal Comune di Verucchio.

«Per il triennio 2022-2024 sono rimasti invariati i tributi, non è stata prevista e programmata l’accensione di prestiti e mutui, mentre è stato invece aggiornato il Piano di Fabbisogno del personale con l’arrivo di una figura tecnica categoria C e di tre categorie D. I servizi a domanda individuale quali il Nido e la refezione scolastica hanno una copertura pubblica del 61%, quasi il doppio di quanto veniva chiesto per legge” premette l’assessore al bilancio Roberto Sandon, specificando: “In attesa del consiglio dell’Unione dei Comuni che approverà il bilancio dell’ente determinando le quote per i singoli associati abbiamo riproposto quelle vecchie sul 2021-2022 che adegueremo in corso d’anno”.

Lavori in corso e in arrivo per oltre 5 milioni di euro

La parte del leone l’ha fatta ovviamente il Piano Triennale dei Lavori Pubblici, che contiene le opere superiori ai 100.000 euro: “Si parla di investimenti per 1.973.000 euro sul 2022, cui vanno aggiunti 3.233.000 euro che provengono dall’esercizio 2021 per un importo complessivo di 5.211.000 euro. Fra le principali opere previste ci sono la realizzazione del Centro Polivalente nell’ex Canonica di Villa Verucchio per 1.196.000 euro (342.000 di contributo regionale e oltre 800.000 di risorse proprie), la riqualificazione di Piazza Malatesta per 200.000 euro (c’è un contributo regionale di 170.000 euro), la manutenzione straordinaria con efficientamento energetico da 830.000 euro delle scuole elementare e media del capoluogo ed elementare Rodari di Villa Verucchio completamente finanziata dal Ministero, la riqualificazione del Parco Marecchia per 340.000 e delle altre aree verde per ulteriori 80.000, una messa in sicurezza di vie pubbliche per 230.000 euro ancora con fondi ministeriali, il secondo stralcio per il consolidamento della Rupe con completamento e la messa in sicurezza della scalinata per 420.000 euro e l’intervento di consolidamento definitivo di via Serra dopo la grande frana con evacuazioni di qualche anno fa per 650.000 a loro volta finanziati dal Ministero. Per il progetto del Cammino di San Francesco è previsto invece uno stanziamento di 310.000 euro, per la Sistemazione del Corpo A del Municipio 175.000 euro, infine per l’illuminazione e valorizzazione dei beni storico-culturali 89.000 euro”.

“La grandissima parte delle risorse è figlia di contributi e finanziamenti ai più svariati livelli e questo ci consente di salvaguardare gli equilibri di bilancio e la spesa corrente senza dover accendere mutui e indebitare l’ente per i prossimi anni e i futuri mandati” il commento della sindaca Stefania Sabba

Paolo Masini nuovo delegato in Unione

La seduta si è chiusa con la surroga della consigliera Federica Neri quale delegata della maggioranza nell’Unione dei Comuni Valmarecchia. “Negli ultimi mesi per questioni estranee all’attività amministrativa si è creata una frattura fra il gruppo e la consigliera Neri, che il 24 gennaio ha presentato le dimissioni in Unione” ha ricordato la sindaca Sabba, dando il via alla votazione a scrutinio segreto riservata alla maggioranza che ha portato alla scelta unanime del capogruppo Paolo Masini. “Rimango in maggioranza a rappresentare i cittadini che mi hanno votata, non più delegata di Impegno Civico per Verucchio da cui sono stata allontanata” ha ribadito Neri. “Ringrazio per la fiducia ricevuta per un nuovo incarico che accetto con piacere e curiosità. Cercherò di fare del mio meglio per rappresentare il gruppo e questa amministrazione insieme a Roberto Baschetti che siede fra i banchi della minoranza” il commento dello stesso Masini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui