Verso Santiago, sesta tappa: Plasencia-Bejar

Sab 7 Settembre 2019 | Massimo Vincenzi


Verso Santiago, sesta tappa: Plasencia-Bejar

Sun 15 September 2019 | Massimo Vincenzi

Sesta tappa Plasencia-Bejar

{"autoplay":"true","autoplay_speed":3000,"speed":300,"arrows":"true","dots":"true"}

Problemi con la wifi per cui debbo utilizzare il cellulare. Il vento oggi è  stato meno intenso. Deciso calo delle temperature che hanno reso la pedalata più  facile. Tappa di circa 80 km compresa la deviazione per raggiungere Caparra e ammirare il sito archeologico romano ed in particolare l'arco, testimonianza di un passato di grande civiltà. Molta emozione nel visitare le vestigia romana!  Da Caparra si ritorna sulla strada N630 la nostra via conduttrice e si raggiunge Aldeanueva del Camino ridente, chiassoso e festoso borgo a circa 400 metri  di altezza dove ci siamo imbattuti in una festa locale con  una scatenata musica latino-americana. Nel frattempo al km 446 della N630 nuova foratura che questa volta colpisce la ruota posteriore della mia bicicletta. Tutto si risolve con il pronto intervento di Aldo che sostituisce la camera d'aria e ci permette di proseguire.

Se non ci fosse lui, poveri noi!!. La strada sale con regolarità  e si raggiunge la cittadina di Banos de Montemayor  a 705 metri slm, noto per le terme sin dall'antichità.  Un miliare ci ricorda che mancano ancora 570 km a Santiago.   Questo ci mette un po' i brividi!! Banos de Montemayor è  l'ultimo paese dell'Estremadura; qui vediamo anche l'ultimo nido di cicogne  sul tetto di una chiesa. La strada continua a salire verso i rilievi della Sierra de Gredos sino a 950 metri dove abbiamo raggiunto Puero de Bejar e poi Bejar immersi nella natura e su un percorso ondulato. Da Puero Bejar si entra in Castiglia. Dopo la distesa di tante aride e assolate pianure finalmente i freschi boschi anche se la salita rende difficile la prosecuzione del cammino. Bovini e ovini ci accompagnano sempre, mentre i pellegrini sono sempre scarsi. Oggi ne abbiamo incontrati due di cui uno proveniva dalla Germania. Un uomo attempato,sorridente e disposto al dialogo seppure limitato dalla lingua tedesca.

Domani si arriva a Salamanca città  monumentale e sede dell'Erasmus. La tappa non sarà  facile. Comunque sempre Buen Camino.

Quanto voteresti questa pagina?

Clicca sulla stella per votare

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Tag:, , , ,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *