Verghereto, il Comune rinuncia al ricorso al Tar sul caro rifiuti

Il Comune di Verghereto ha formalmente rinunciato al ricorso al Tar presentato nel 2017 per l’annullamento della delibera Atersir sul piano economico-finanziario 2017, sulla cui base i Comuni sono stati chiamati a decidere il tributo comunale per il servizio rifiuti del 2017. Anche il Comune di Sarsina sta facendo verifiche attraverso gli uffici dell’Unione e ci sta pensando.

In pratica i Comuni, a fine marzo 2017, si sono trovati ad approvare l’articolazione tariffaria Tari 2017, scrive il Comune di Verghereto, «con un sensibile aumento rispetto al 2016», ma il Comune di Verghereto si era riservato «la possibilità di adire le vie legali per verificare la legittimità dell’aumento tariffario». Le tariffe insomma andavano approvate entro il 31 marzo 2017 per evitare potenziali squilibri di bilancio, ma sulla sostanza per due volte il consiglio locale d’ambito aveva espresso «parere negativo sul Piano 2017 presentato da Atersir per mancanza di chiarezza e trasparenza nelle motivazioni degli aumenti».

Il Comune di Verghereto, come altri, ha presentato ricorso al Tar per l’annullamento della deliberazione Atersir, non essendovi stata tra l’altro «chiarezza di informazioni né sulla quantificazione e determinazione delle tariffe, né sul parere espresso dal consiglio locale di Forlì-Cesena». Però, visto che «dal 2017 ad oggi numerosi sono stati i giudizi del Tar di Bologna di condanna dell’ente ricorrente al pagamento delle spese legali», la giunta ha deciso di rinunciare al ricorso al Tar.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui