Vergassola a Castel San Pietro e Massa Lombarda

Dario Vergassola festeggia venti anni di carriera come intervistatore comico. Dopo gli esordi con le interviste a calciatori e veline realizzate per Zelig, non ha più smesso di realizzare interviste in tv e dal vivo coinvolgendo scrittori, scienziati, politici, sindacalisti ma anche manager o professori. Un repertorio pressoché infinito di domande e battute (e relative risposte) che viene adesso riproposto in uno spettacolo dal ritmo serrato e incalzante.

Lo presenterà in due serate romagnole: “Storie sconcertanti” – questo il titolo – andrà in scena questa sera dalle 21 al teatro comunale Cassero di Castel San Pietro Terme, per il secondo appuntamento della 13ª rassegna “Risate al Cassero”, organizzata dalla Bottega del Buonumore con la direzione artistica di Davide Dalfiume (info: 335 5610895).

Vergassola riproporrà le sue “Storie sconcertanti” sabato 11 dicembre anche alla Sala al Carmine di Massa Lombarda (info: teatrocasserocspt@libero.it).

Non solo teatro e tv per questo artista poliedrico (lo abbiamo visto di recente tornare proprio a Zelig), ma anche musica, cinema e libri. La forza comica di Vergassola è sempre supportata dalla chitarra, che diventa una sua compagna inseparabile. È uscito quest’anno Storie vere di un mondo immaginario, libro pubblicato da Baldini e Castoldi.

Ormai “temuto” da tutti, ha recentemente iniziato a intervistare anche altri esseri viventi trovando nella natura esempi di grande virtù su cui possiamo comunque ridere ma anche imparare a salvare il nostro mondo da una catastrofe ecologica.

E saranno proprio le nostre convinzioni a vacillare alla luce della satira intelligente di Dario Vergassola senza peraltro farci mancare spunti per ironizzare su noi stessi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui