Ventenne arrestato a Cesenatico mentre tenta una estorsione

La mattina del 04 aprile i carabinieri di Cesenatico hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un ventenne cittadino marocchino, incensurato, domiciliato presso una struttura ricettiva locale, ritenuto responsabile dei reati di furto aggravato ed estorsione. Il 20enne dopo essersi impossessato di un tablet “Apple Ipad” e di alcuni effetti personali dimenticati a bordo del treno regionale “Rimini-Ravenna” da un 43enne di Bellaria-Igea Marina, aveva contattato la vittima, tramite i dati di contatto presenti sul dispositivo elettronico, pretendendo da quest’ultima la somma di euro 500 per la restituzione del maltolto e minacciando di divulgarne dati sensibili in caso di rifiuto di corrispondere la predetta cifra. Appuntamento fissato in piazza Costa. Dove una volta eseguito lo scambio denaro-tablet ad attenderlo c’erano carabinieri in borghese che lo hanno ammanettato. il 20enne, il cui arresto è stato convalidato, ora attende libero il futuro giudizio per le accuse di estorsione. Ha esclusivamente l’obbligo di dimora a Cesenatico con la limitazione ulteriore di dover stare obbligatoriamente in casa dalle 20 alle 7 del mattino.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui