VENEZIA. Una nuova regata d’altura dalla Romagna a Venezia. Una tappa di avvicinamento alla Barcolana prima di rientrare per partecipare alla Veleziana. La proposta arriva dal presidente della Compagnia della Vela di Venezia, gli organizzatori della Veleziana.
«Siamo sempre felici di ospitare i nostri amici romagnoli alle regate che organizziamo», spiega Pier Vettor Grimani. «Da sempre la Compagnia della Vela si dimostra aperta ed accogliente nei confronti di tutti i club nautici italiani e stranieri. Nella fattispecie, alla luce del gemellaggio con il Club Nautico Rimini e come sperimentato in passato positivamente, vorremmo tornare a organizzare una serie di collaborazioni per regate di altura. Ci sentiamo in animo, ad esempio, di organizzare per il prossimo anno una regata di avvicinamento alla Barcolana con una tappa veneziana, potrebbe essere un ottimo modo per rinsaldare i già ottimi rapporti con la vicina Emilia-Romagna».

La Veleziana
Dopo il Veneto, è l’Emilia-Romagna (in sostanza la Romagna) quella con il maggior numero di vittorie nelle classi. Tre vittorie l’anno scorso con Cippa Lippa, Magoo e Cielo e Mare. Tre vittorie quest’anno con Al 217, Lo Re e Fragolina. Cambiano i protagonisti ma resta la sostanza di un movimento velico che anche quando esce dai confini si fa onore.
Quest’anno, con l’annullamento causa bora della Barcolana, la Veleziana è stata l’evento velico più affollato dell’Adriatico con 187 barche iscritte e 113 che hanno tagliato il traguardo. Circa una trentina di barche sono arrivate dalla costa romagnola. La giornata è stata caratterizzata dal poco vento. I 4-5 nodi iniziali sulla parte iniziale del percorso, davanti al Lido, si sono via via affievoliti mano a mano che le barche entravano nel canale interno. Quando anche la corrente favorevole è finita sono iniziati ad arrivare i ritiri.

La prima barca romagnola a tagliare il traguardo è stato il Melges 32 di Bonfiglio Mariotti (Club Nautico Rimini) in 14esima posizione assoluta (prima in classe 2). Una barca lunga solo 9,69 metri ma velocissima. La più piccola barca arrivata davanti ad Al 217 è Città di Grisolera, che è lunga 13,5 metri. Mentre bisogna arrivare fino al 32esimo posto per trovare uno scafo più piccolo. Subito dopo Al 217, in 15esima posizione assoluta, è arrivata Fragolina (prima in classe 2) di Omero Giangrandi (Ravenna Yacht Club). Quindi sono arrivate Irina (16esima), Magoo Vulcangas (24esima), X-Altair (26esima) e Lo Re (27esima ma prima in classe 3).
La classifica delle romagnole, già pubblicata nei giorni scorsi, si può trovare sul sito del Corriere Romagna: https://www.corriereromagna.it/vela-le-romagnole-sbancano-la-veleziana/
Ecco gli equipaggi delle tre barche romagnole vincitrici di classe.
Al 217: Bonfiglio Mariotti,Fabrizio Boromei, Alessandro Muccioli, Roberto Montanari, Vincenzo Di Ghionno, Claudio Magrini, Maximiliano Cinquepalmi, Gian Matteo Paulin.
Fragolina: Omero Giangrandi, Fabrizio Asioli, Matteo Moretti, Matteo Fabi, Filippo Sartini, Luca Lombardi, Massimo Pagliarani, Angela Saccomandi.
Lo Re: Ugo Peroni, Stefano Clementi, Paolo Casadei, Ugo Bonfreschi, David Casamenti, Alessandro Melotti, Filippo Mascarin.

Argomenti:

regata

vela

Veleziana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *