RIMINI. Oltre una trentina di barche ha preso parte sabato 19 settembre alla seconda edizione della Mediolanum Cup organizzata dal Club Nautico Rimini in collaborazione con la Federazione Italiana Vela. L’anno scorso le barche si erano cimentate sul percorso Rimini-Venezia. Quest’anno è stato scelto il percorso Rimini-Pesaro-Rimini che ha consentito una partecipazione più ampia con 36 barche iscritte per circa duecento persone di equipaggio.
Il meteo
Le condizioni meteo (vento debole e mare morto) hanno convinto gli organizzatori ad accorciare il percorso alla boa di Pesaro. La partenza è avvenuta poco dopo le dieci del mattino. Prima di prendere la rotta per Pesaro, le barche si sono cimentate in un percorso a bastone (bolina-poppa) di circa mezzo miglio posto proprio davanti all’imboccatura del porto canale che ha consentito di assistere anche da terra alle fasi iniziali della regata.
La tattica
Appena messa la prua verso Pesaro le barche si sono divise a seconda della strategia fra quelle che sono passate più sotto costa e quelle che hanno scelto di passare a mare degli allevamenti ittici posti nel tratto di mare fra Riccione e Pesaro.
La prima in assoluto è stata Orlanda, il Tp 52 di Sanzio Sammarini giunta all’arrivo alle 13.36 (aveva vinto anche nel 2019 a Venezia). A seguire, alle 13.52, Bonfiglio Mariotti con il suo Melges 32 che ha preceduto l’altro Melges di Andrea Musone di soli 14 secondi dopo un duello durato per ore.
Nella flotta presenti anche barche giunte da altri porti come Fano, Pesaro, Ravenna… Fra queste anche il Mini 25 Nodi della pesarese Elisabetta Maffei, che ha fra gli obiettivi la partecipazione alla Mini Transat.
Molta soddisfazione da parte degli organizzatori per una formula, quella della regata costiera giornaliera, che forse sarà ripetuta anche l’anno prossimo. Ieri sera la premiazione con la cena degli equipaggi alla sede del Club Nautico.

Il servizio fotografico di Roberto Baroncini.

Le classifiche

Classe Alfa: 1. Al di Bonfiglio Mariotti, 2. Piuma di Andrea Musone, 3 Trenta63 Team Orzelli di Gabriele Percetti.
Classe Alfa Crociera: 1. Helium (Massimo Pieri-Ivano Brolli), 2. Pokekiakkiere (Alberto De Rossi), 3. Nova 30 Andrea Ottani Sconza.
Classe Bravo: 1. X Altair (Vito Angelini), 2. Andronica (Pietro Caricato), 3. Divagante (Walter Cimbali).
Classe Charlie: 1. Swammy (Omero Giangrandi), 2. Enriluba (Enrico Fabbri), 3. Titta (Luca Filanti).
Classe Delta: 1. Orlanda (Sanzio Sammarini), 2. Vitamina X (Daniele Carlo), 3. Valentina (Pier Paolo Canè).
Classe Vele Bianche: 1. Vola Viola (Saverio Sabbioni), 2. Ianira (Corrado Brancati), 3. Beneteau 41s5 (Valerio Silvagni).
Rating Fiv: 1 Hakuna Matata (Alberto Moricoli), 2. Andronica, 3. Almic (Pietro Vecchi).
Farr 30: 1. Trenta 63 Team Orzelli, 2. Fiamma (Pierlorenzo Emiliani), 3. Malafemmina (Francesco Bardi).
ORC 1: 1. Trenta 63 Team Orzelli, 2. Al, 3. Piuma.
ORC crociera: 1. X Altair, 2. Pokekiakkiere, 3. Soffiokokopelli (Giorgio Tognolo).

Argomenti:

Club Nautico Rimini

Mediolanum Cup

Orlanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *