Vela e inclusione: la parasailing Academy a Marina di Ravenna – Gallery

Lo sport paralimpico si adopera per la ripresa dell’Emilia Romagna e l’inclusione sociale.  Quella tappa della Parasailing Academy by FIV (Federazione italiana Vela), unica in regione, saltata qualche mese fa a causa dei drammatici accadimenti alluvionali, è tornata ieri in Romagna, ospitata a Marina di Ravenna dalle associazioni Marinando 2.0 e Circolo Velico Ravennate. Ad organizzare l’evento l’XI Zona FIV in collaborazione con CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Emilia Romagna, INAIL Emilia Romagna con il fondamentale supporto di IBSA.

Alla tappa romagnola del tour vocato alla pratica della vela per l’inclusione sociale, hanno aderito in tanti, circa 30 fra diversamente abili e normodotati che questa mattina si sono presentati sul piazzare del Circolo Velico Ravennate per “provare una barca a vela che abbatte le barriere”. Così appunto gli addetti ai lavori hanno ribattezzato la “Hansa 303”, la piccola imbarcazione a due posti per la vela paralimpica.

Prima un briefing, a seguire una lezione teorica poi via, tutti in acqua per provare l’emozione della navigazione a vela (malgrado il vento leggero) nella diga antistante il CVR, assistiti dal tecnico federale Fabio Barbieri e dal personale esperto di Marinando 2.0.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui