Vela, il Campionato d’inverno di Ravenna farà anche sciare…

Vela, il Campionato d'inverno di Ravenna farà anche sciare...

RAVENNA. Timonieri, prodieri, tattici, randisti… ma anche giudici, addetti alla posa delle boe, cuochi e altro ancora. Seicento, settecento e forse più persone da ieri sono impegnate nel Campionato d’inverno di vela del Ravenna Yacht Club. L’evento di Marina di Ravenna è giunto alla sua 38esima edizione ed è il più affollato d’Italia (85 le barche iscritte). Fino al 23 febbraio sono previste sette domeniche di regate (10 e 24 novembre, 15 dicembre, 12 e 26 gennaio, 9 e 23 febbraio) con dieci prove in programma. Freddo, pioggia, neve, nebbia, onde, umidità, vento forte o vento debole… i regatanti si misurano con le diverse condizioni meteo sui due percorsi previsti dagli organizzatori davanti al porto di Ravenna. Il “blu” è quello di chi utilizza anche vele di prua non inferite come spinnaker, code 0 o gennaker. Il “giallo” è quello di chi non li utilizza.
Non c’è solo agonismo fra i regatanti. Il Campionato è anche un punto di incontro per appassionati di mare e di attività all’aria aperta anche quando l’inverno inviterebbe la domenica mattina a restare a letto sotto le calde coperte di casa. Per i super attivi quest’anno gli organizzatori hanno “inventato” anche un fine settimana sulla neve con tanto di gara e premiazioni. Nel weekend dell’8 dicembre, in Val Badia, si terrà una prova di sci, di slalom gigante. Il Ravenna Yacht Club ha già prenotato un intero albergo dotato di piscina e sauna. La prova sarà abbinata alla prima prova valida del Campionato d’Inverno. La gara è aperta a tutti ma per l’assegnazione del Trofeo potrà partecipare solo un rappresentante per ogni equipaggio, regolarmente inserito nella lista equipaggio. I primi tre di ogni categoria di sci saranno premiati ma sarà assegnato un Trofeo Challenge sia per il Gruppo Blu sia per il Gruppo Giallo per la prova abbinata vela/sci, una specie di combinata mare-monti.
Al termine del Campionato sarà anche assegnato un premio fairplay all’equipaggio che si renderà protagonista dell’episodio più meritevole. Il premio è dedicato a Marinando, associazione di volontariato nata nel 2009 con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita individuale e consentire il superamento dei propri limiti a tutti coloro che vivono in condizioni disagiate e che colpiti da disabilità rischiano l’emarginazione.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *