Vela: alla Pesaro-Pola la barca più piccola arriva prima

Vela: alla Pesaro-Pola la barca più piccola arriva prima

PESARO. Arrivare al traguardo temendo di essere andati male e scoprire di essere primi. La barca più piccola che batte le più grandi. Una scelta tattica che vale molto più della lunghezza di una barca. La Pesaro-Pola di quest’anno ha regalato una delle sorprese che fanno bella la vela d’altura. Mr Hyde, barca di 8,10 metri (un vecchio Santarelli modificato) che batte bandiera del Circolo Nautico del Savio (un club che ha come base la spiaggia, nemmeno un porto) ha battuto barche lunghe anche 13 e 15 metri grazie all’abilità dei suoi marinai ma soprattutto alla scelta di prendere una rotta più a sud rispetto al resto delle barche più veloci. Primi assoluti nella prova lunga Pesaro-Pola e primi assoluto nella classifica finale (su 32) che teneva conto anche del ritorno. Artefici dell’impresa quattro forlivesi: lo skipper Marco Rusticali, gli altri due soci Riccardo Rossi e Daniele Benzoati, e Massimiliano Ravaioli.
Aiutati dallo Scirocco
«Siamo stati bravi a raccogliere una mano fortunata», commenta Rusticali. «Abbiamo guardato le previsioni come fanno tutti e abbiamo immaginato che prendendo una rotta più a sud il vento sarebbe stato favorevole. Gli altri sono andati più verso Nord e non so perché… Forse si sono marcati e non ci hanno tanto considerato viste le nostre dimensioni. Sta di fatto che dopo qualche ora noi navigavamo con lo Scirocco (punte fino a 15 nodi), loro si sono infilati nella bonaccia».
Bella sorpresa all’alba
Ma venerdì 3 maggio, attorno alle sei del mattino, al momento di arrivare a Pola, l’equipaggio era all’oscuro della posizione dei rivali. «Abbiamo navigato tutta la notte senza vedere nessuna barca. Quando siamo arrivati a Pola ci siamo chiesti dove fossero gli altri: o siamo primi o siamo ultimi. Giunti alla dogana non abbiamo visto nessuno, allora abbiamo capito come era andata… e infatti alle nostre spalle abbiamo visto arrivare Polimor».
Alla fine Mr Hyde ha anticipato Polimor (14,30 metri) di 15 minuti e 41 secondi. L’annullamento della regata tra le isole per maltempo e un buon rientro a Ravenna (quarto posto) con planate a 12 nodi hanno consentito ai forlivesi di mantenere il primo posto nella classifica generale assoluta: un capolavoro!
Terzi di classe alla Barcolana 2018 di Trieste. Terzi assoluti alla Cento Miglia dell’Adriatico 2019 di Jesolo. Tante vittorie di classe nelle regate a bastone. E adesso? «Adesso speriamo in uno sponsor che ci consenta di continuare su questa strada così come speriamo che cambi qualcosa nei bandi delle lunghe regate offshore del Circolo nautico Santa Margherita di Caorle (la Duecento e la Cinquecento) affinché anche la nostra piccola Mr Hyde possa essere accettata».
Le classifiche
Ecco i risultati della Pesaro-Pola a cui hanno preso parte 32 barche.
Arrivo Pola: 1. Mr Hyde (Circolo nautico Savio), 2. Polimor Lega Navale Pesaro), 3. Lunica (Ravenna Yacht Club), 4. Irina (Ravenna Yacht Club), 5. Stardust (Lega Navale Ancona), 6. Lo Re (Circolo velico riminese), 7. Dai Blu (Ravenna yacht club), 8. Eleonaricca (Circolo velico ravennate), 9 Intrepid Witz Circolo nautico Cesenatico), 10. Canarino Furioso II (J.K. Ulianik Plovidba).
Classifica finale regata: 1. Mr Hyde, 2. Irina, 3. Intrepid Witz, 4. Canarino Furioso II, 5. Lunica, 6. Selanna II, 7. Eleonaricca, 8. Again e Swamy, 10. Lady Eleonora.
Vincitori di classe in regata: A Mr Hyde, B Lady Eleonora, C Intrepid Witz, D Irina, F Selanna II.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *