Quando elesse il Rockisland a suo “quartier generale”, Vasco Rossi si trovò così bene a Rimini che buttò là anche la possibilità di invecchiare in riva al mare. Era il 2018 e il rocker trascorse buona parte del mese di maggio a preparare e provare il tour estivo, il “Vasco non stop live 2018”. Diciamo che non è passato chissà quanto tempo, l’artista è pronto a tornare per dare il via alla prossima stagione delle esibizioni dal vivo. Il condizionale in questi casi è sempre obbligatorio, ma i ragionamenti per mettere le tende al teatro “Novelli” sono molto avanti, se non proprio chiusi. Il mese scelto è come sempre maggio e la struttura di Marina centro potrebbe essere occupata per almeno un paio di settimane. Inutile specificarlo, per Rimini sarebbe un gran colpo e una vetrina altrettanto importante. Vasco Rossi si porta sempre dietro un numero elevato di fans ed estimatori, per non parlare dell’attenzione dei media e dei social. La macchina organizzativa è ancora da rodare, comunque al termine della preparazione non è escluso, anzi è molto probabile che Vasco Rossi apra le porte del “Novelli” ai fedelissimi per farli assistere alle prove, se non addirittura a una parte del concerto.

Lotteria per i fans

Come già nel 2018, anche questa volta, Vasco Rossi potrebbe pensare a un premio speciale dedicata a tutti i fans che in quei giorni non si faranno certo pregare per trasmettere al cantante calore e riconoscenza. Due anni fa, i fedelissimi hanno potuto partecipare a una sorta di lotteria musicale “attivata” dal “Fan club Il Blasco”. Più di mille persone inviarono un video e spiegarono per quale motivo mai e poi mai avrebbero voluto perdere le prove riminesi al Rockisland. Ne scelsero prima 60, che diventarono esattamente il doppio per la quantità e dei video spediti.

“Amo Rimini”

In quei giorni vissuti “serenamente” fra il Grand Hotel e la “palafitta del rock” Vasco Rossi non risparmiò i complimenti. «A Rimini sto benissimo, mi piacerebbe invecchiare qui» disse al sindaco che lo raggiunse per una visita tra una canzone provata e l’altra. Andrea Gnassi gli regalò il “Libro dei sogni” di Fellini, un omaggio risultato graditissimo. «Rimini è straordinaria – disse l’artista – è un modello di organizzazione, davvero tutto perfetto. Grazie per la disponibilità, per l’accoglienza, per l’affetto. Qui siete unici». Talmente unici che a maggio si ricomincia.

Argomenti:

prove

rimini

tour

Vasco Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *