Variante inglese a San Marino: 67 bambini contagiati

Proprio quando manca una settimana a un anno dall’inizio della pandemia, ecco che fa la sua comparsa sul Titano un’ospite indesiderata, che già s’aggira per i confini europei ed oltre. Parliamo della temuta variante inglese, che «per quanto meno letale di quella già diffusa – come ha spiegato il direttore sanitario Sergio Rabini – ha una carica infettante ben più elevata ed è altamente contagiosa». L’analisi di alcuni tamponi inviati in un laboratorio di Ancona non lascia comunque adito a dubbi. Ma nonostante s’addensino preoccupazioni, «le scuole resteranno aperte». A maggior ragione dunque l’Iss, durante la conferenza stampa di ieri, ha invitato a mantenere la guardia alta, «evitando gli assembramenti, perché il virus circola con le persone ed è molto suscettibile – si è sottolineato -. Non va sottovalutato come nemico». Anche alla luce degli ultimi dati. Dal 9 al 18 febbraio sono stati rilevati, ad esempio, 67 bambini positivi.

L’andamento epidemico

Dai pochi test inviati ad Ancona, non si possono forse impostare statistiche, ma la metà dei casi si può attribuire alla variante inglese. Così al momento hanno chiuso i battenti: una classe dell’infanzia e quattro delle elementari e ce ne sono altre, sospese, che attendono l’esito dei test. L’andamento pandemico non offre purtroppo cifre più confortanti, visti i 313 casi attivi. E i 25 positivi nelle ultime 24 ore, su 288 tamponi eseguiti, con un indice di contagiosità sull’8,68 per cento di poco sotto dunque al dato considerato alert, tarato sul 10 per cento. In crescita anche i casi monitorati a domicilio, che toccano le 295 unità. Mentre i tamponi scalano la vetta dei 39.189, «forse aggiudicando al Titano un primato mondiale», con ben 17mila test refertati su singoli. In tanta incertezza, una notizia risolleva gli animi. Per la Raccolta del farmaco, grazie alla Caritas saranno distribuiti alle famiglie disagiate 1520 medicinali, rispetto ai 1282 dello scorso anno. Il grande cuore dei sammarinesi continua quindi a battere forte, senza varianti di alcun genere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui