RICCIONE. Un gruppetto di giovani vandali ha sfregiato la “cupola” esterna del ristorante Tanimodi in piazzale Azzarita, a pochi metri dal mare.
È successo a Riccione nella notte fra sabato e domenica. I ragazzi, tutti giovani fra i 18 e i 20 anni, si sono fatti largo nella veranda esterna con due grossi squarci probabilmente provocati utilizzando delle chiavi.
«Ieri mattina quando abbiamo aperto il ristorante, ci siamo trovati questa sorpresa – racconta Matteo Corazza del ristorante Tanimodi –. Hanno rovinato la nostra veranda esterna in pvc, che si affaccia sulla spiaggia, allestita seguendo le indicazioni dell’amministrazione per il progetto Mare d’inverno».
I soliti ignoti, però, potrebbero avere presto un nome e un cognome. «Sono stati ripresi dalle nostre telecamere. Erano sei, massimo otto, giovani, penso fra i 18 e i 20 anni, quasi sicuramente del posto. Hanno tagliato il telo in due punti, sono entrati e si sono fermati a bivaccare e fumare sui tavoli esterni». Insomma un modo “diverso” di fare serata in barba al rispetto del prossimo.

I titolari del locale si sono subito presentati dai carabinieri per sporgere denuncia. In caserma hanno depositato anche i filmati delle telecamere che potranno essere molto utili per scovare il gruppetto di vandali.
Il danno arrecato si aggira sulle diverse migliaia di euro. «Una bravata stupida rischia di costarci molto caro. Il telo della “cupola” esterna è unico, va interamente cambiato e costa 6mila euro» spiega Corazza. Poi ci sono tutti i danni “collaterali”: «Solo ieri a pranzo abbiamo dovuto mandare via 35 persone. Oggi chiamerò l’azienda di Milano sperando che possano venire a sostituire la copertura nel più breve tempo possibile, anche perché il prossimo week-end c’è il Sigep, Riccione sarà piena di gente e il danno non si limiterebbe certo a 35 coperti ma potrebbe diventare davvero molto grande».

Argomenti:

riccione

ristorante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *