Alle prime luci dell’alba i carabinieri della Compagnia di Novafeltria hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di 3 giovani ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di due 18enni ed un 17enne residenti in Alta Valmarecchia.

Il provvedimento restrittivo, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i Minorenni di Bologna, è il frutto di un’attività di indagine portata a termine dai militari di Novafeltria.

L’attività investigativa nasce la scorsa estate quando i Carabinieri di Novafeltria scoprono che i 3 giovani, tra il dicembre 2019 ed agosto 2020, all’epoca dei fatti ancora minorenni, stavano estorcendo del denaro ad un 19enne residente nella provincia di Pesaro-Urbino. In specie i tre ragazzi, in più occasioni, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso ed in concorso tra loro, utilizzando la violenza del gruppo e le minacce di azioni ritorsive, si sono fatti consegnare ingiustamente somme di denaro dal 19enne. Inoltre, in un’occasione, uno dei due 18enni, dopo aver scippato dalle mani il telefono cellulare alla parte offesa, ha preteso quale ricompensa per la restituzione la somma di euro 150.

Nel corso di una prima perquisizione domiciliare, eseguita proprio nei confronti del 18enne non solo è stato rinvenuto il telefono cellulare oggetto dello scippo, ma anche un involucro contenente 18 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, a seguito di ciò la sostanza stupefacente è stata sequestrata ed il telefono è stato restituito all’avente diritto.

Le indagini alla fine hanno consentito di delineare come i tre, grazie all’azione intimidatrice del branco, hanno sottomesso il giovane 19enne, costringendolo a sottostare ad i loro ricatti.

Il prosieguo dell’attività di indagine ha consentito di acclarare, inoltre, che i tre giovani, a vario titolo, hanno ceduto, nel periodo di tempo che va dal mese di luglio all’ottobre 2020, piccole quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana ad alcuni minorenni dell’Alta Valmarecchia.

Sono quindi scattate le nuove perquisizioni ed i Carabinieri di Novafeltria si sono presentati nelle abitazioni dei tre giovani. Anche questa volta a casa del 18enne è stata rinvenuta e sequestrata una piccola quantità di sostanza stupefacente del tipo hashish, mentre negative sono state le altre due perquisizioni. Alla fine degli accertamenti e degli atti di rito i tre sono stati accompagnati presso tre comunità minorili.

Argomenti:

droga

minacce

minorenni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *