I carabinieri della Compagnia di Novafeltria hanno scoperto e denunciato due studenti diciassettenni per accesso abusivo al sistema informatico scolastico. I fatti si sono verificati nel mese di dicembre, in piena pandemia con le scuole superiori impegnate con la didattica a distanza, quando il dirigente scolastico si è presentato presso la stazione carabinieri raccontando uno spiacevole episodio che aveva lasciato sbigottiti professori e studenti di una classe “virtuale”: durante una video lezione, qualcuno, dopo aver creato appositamente un falso account con il nome “Google assistant”, ha chiesto al docente di essere incluso tra i partecipanti, inducendolo così in errore sul fatto potesse trattarsi realmente di verifiche del sistema. Gli anonimi ospiti, una volta avuto l’accesso alla classe “virtuale”, hanno azionato un audio dal contenuto volgare e minaccioso, dove in uno dei passaggi è stato detto: “Vi ammazzerò tutti”. A quel punto il docente è riuscito a bloccare l’accesso, ma gli autori del gesto hanno cercato nuovamente di essere accettati alla lezione utilizzando tre distinti account fasulli. I militari dell’Arma di Novafeltria, acquisita la denuncia e sentite alcune testimonianze sull’accaduto, hanno dato inizio ad una serie di accertamenti, risalendo quindi ai due diciassettenni, entrambi residenti in Valmarecchia.

Argomenti:

carabinieri

minacce

scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *