Valle Savio, perdono mamma e papà: rete d’aiuto per fratelli orfani

L’Istituto comprensivo scolastico di Bagno di Romagna, col Comune di Verghereto e la Misericordia di Alfero, in occasione dell’inizio dell’anno scolastico hanno lanciato una raccolta di fondi per sostenere i fratelli Francesco ed Antonio Bissiri, colpiti dalla prematura scomparsa di entrambi i genitori, avvenuta durante l’estate a poche settimane di distanza l’una dall’altro. Ieri il sindaco Enrico Salvi, la dirigente scolastica Daniela Corbi con la vice Daniela Corzani e il rappresentante della Misericordia di Alfero, Ennio Rossi, hanno consegnato a Francesco, il fratello maggiore, un assegno con i soldi raccolti finora. La partecipazione è stata grande e sentita e si è tradotta nella somma di 10.912 euro.

La famiglia Bissiri, di origini sarde, viveva a Castelpriore. Il fratello maggiore è già impegnato al lavoro in una ditta d’Alto Savio. Il minore frequenta la scuola media. La scorsa estate i loro genitori sono morti a distanza ravvicinata di tempo e i giovani hanno dovuto lasciare Castelpriore per trasferirsi nella zona di Piavola, dove vive una zia. Il ragazzo più piccolo ha lasciato la media di Alfero per frequentare a Ranchio. All’inizio del nuovo anno scolastico insegnanti e famiglie degli alunni hanno voluto essere concretamente vicini ai ragazzi, insieme agli abitanti di Castelpriore, all’amministrazione comunale e a tanti altri. Continuano tra l’altro le iniziative per raccogliere contributi.

«Dovevamo in qualche modo fare qualcosa per rispondere a un concreto bisogno di aiuto», commenta la professoressa Daniela Corzani. «Sono molti quelli che hanno partecipato – aggiunge il sindaco Salvi – e la raccolta andrà avanti, con la Misericordia di Alfero che ha aperto un conto corrente appositamente dedicato».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui