Vaccino Emilia-Romagna, si anticipa: da lunedì terze dosi per gli over 40, ecco come fare

BOLOGNA. Anche l’Emilia-Romagna è pronta a partire già lunedì con le terze dosi per gli over 40, una platea che in Regione vale oltre un milione e 100.000 persone. Possono prenotarsi da quella data le persone in questa fascia d’età che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da almeno sei mesi.

Anche la fascia di popolazione 40-59 potrà prenotare la terza dose oppure accedere direttamente agli hub vaccinali senza prenotazione. Ciò al fine di facilitare ulteriormente l’accesso alla somministrazione della dose di richiamo , come già previsto per gli over 60 e under 60 vaccinati con Johnson &e Johnson.

Come ribadito dalla Regione le modalità di prenotazione sono, come già previsto, uniformi a livello regione e quindi potranno avvenire secondo i seguenti canali: Cupweb, Cuptel, sportelli Cup, Fascicolo Sanitario Elettronico, medici di medicina generale e farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale.

Si ricorda che per la somministrazione del richiamo, devono essere trascorsi sei mesi (180 giorni) dalla prima vaccinazione.

Prenotazioni non in farmacia

Si precisa che la prenotazione non si potrà effettuare nelle farmacie. E’ infatti ancora in fase di definizione l’accordo che permetterà la prenotazione direttamente nelle farmacie dove la terza dose verrà somministrata. Allo stesso modo, si sta definendo, anche a livello locale, l’intesa per il coinvolgimento fattivo dei medici di medicina generale.

Ci si muove in anticipo

Rispetto alla data di partenza fissata per l’1 dicembre, la circolare del Commissario all’emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, dà infatti la possibilità alle Regioni di anticipare di nove giorni la dose booster per questa fascia d’età, “alla luce dell’evoluzione del quadro epidemiologico delle ultime settimane, con il progressivo incremento dell’incidenza settimanale di nuovi casi e la crescita dei contagi”. E oggi stesso la direzione generale dell’assessorato regionale alle Politiche per la salute ha fornito alle aziende sanitarie e a tutte le strutture interessate le indicazioni operative per procedere con un’organizzazione rapida. “Anche in questo caso ci facciamo trovare pronti alla richiesta di imprimere un’ulteriore accelerazione alla campagna di somministrazione dei richiami- afferma l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini- con l’obiettivo di mantenere un’elevata protezione individuale nelle persone già vaccinate da almeno sei mesi con il ciclo primario e ridurre il più possibile la trasmissione del virus, in crescita purtroppo in tutto il paese e nel mondo”. 

“Eravamo pronti a partire l’1 dicembre, lo saremo anche per lunedì 22 novembre- assicura Donini- e ringrazio ancora una volta i professionisti e gli operatori del nostro servizio sanitario per la pronta capacità di risposta e organizzazione che stanno dimostrando dall’inizio di questa campagna vaccinale”. Visto che in Emilia-Romagna le prenotazioni per la prima dose di vaccino nel caso degli over 40 sono iniziate lo scorso 17 maggio, con la maggior parte delle somministrazioni avviate a inizio giugno, per la stragrande maggioranza dei cittadini appartenenti a questa fascia di età i sei mesi scadranno a inizio dicembre. Finora le terze dosi complessivamente somministrate in Emilia-Romagna ad oggi sono 332.338. Di queste, 46.658 hanno interessato la fascia 40-59 anni: precisamente 17.192 i 40/49enni e 26.466 i 50-59enni. Si tratta di persone che hanno già ricevuto la dose booster in quanto appartenenti alle fasce di priorità indicate dalle precedenti circolari ministeriali, quindi: personale sanitario, cittadini vaccinati da almeno sei mesi con un’unica dose di vaccino Johnson&Johnson, cittadini rientranti nella cosiddetta “categoria 1” ad alta fragilità, a partire da trapiantati e immunodepressi. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui