«A febbraio le prime dosi di vaccino agli ultraottantenni». A dare l’annuncio della prosecuzione della campagna vaccinale è la direttrice del dipartimento di Sanità e Igiene pubblica di Ausl Romagna, Raffaella Angelini. Determinante nella progressione verso lo step 2 dell’immunizzazione di massa è l’arrivo delle fiale del nuovo vaccino prodotto da Moderna, «un po’ più maneggevole – osserva Angelini – rispetto a quello di Pfizer». La maggior versatilità del nuovo “siero” anti Covid, infatti, consentirà l’attivazione di nuovi e ulteriori punti vaccinali, anche tecnologicamente meno attrezzati rispetto al polo fieristico: servono nuove sedi. Nel frattempo, prosegue la somministrazione delle dosi di Pfizer in tutta l’Emilia Romagna, dove si sfonda la quota dei 100mila vaccinati. Alle 20 di ieri sera, gli immunizzati ammontavano a 100.255, di cui 14.013 nell’ultima giornata.

Argomenti:

rimini

sedi

vaccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *