Vaccini, pasticcio per gli ex positivi: l’Ausl corre ai ripari

I vaccini viaggiano a tutta forza ora per tante categorie di età e di appartenenza lavorativa. Ma con la mole di certificati ed inoculazioni che aumenta aumentano anche le casistiche di pazienti di cui tenere conto. Ed in queste ore l’Ausl si è accorta a Cesena e sta ponendo rimedio in tutta la Romagna ad un errore che riguarda i pazienti che hanno già avuto il coronavirus, e che in moti casi sono entrati in un vortice burocratico inatteso.

Una sola dose

I protocolli prevedono che le persone che da almeno qualche mese siano già tornate negative al tampone dopo aver avuto la malattia ed essere guariti, per avere copertura vaccinale debbano essere sottoposti ad un’unica dose di vaccino. Questa basta per ottenere la copertura dagli esiti più infausti della malattia (nel caso venga ripresa) e l’unica dose basta anche per vedersi aggiornato il certificato vaccinale: con la dicitura che si è coperti dal vaccino anti Covid-19 che vale anche come “green pass” per chi voglia in futuro viaggiare o partecipare a manifestazioni o eventi per i quali possa essere richiesta la copertura vaccinale.

Il problema

Molte di queste persone si sono già sottoposte a vaccino. Se non hanno ritirato subito il proprio pass vaccinale è perché intendevano scaricarselo dal fascicolo elettronico all’occorrenza. Ci sono pazienti ex malati Covid che dopo aver fatto l’unica dose di vaccino che spettava loro, si sono accorte che il loro certificato vaccinale non era stato completato. Non parlava insomma dell’unica dose ricevuta ma di una dose “di due” con la seconda che ancora manca a completare la carta verde covidale. Aprendo il fascicolo elettronico inoltre hanno notato che per loro era stata presa una prenotazione per una seconda dose di vaccino.

Un doppio guaio: se da una parte il green pass per questi ex malati Covid non è disponibile, dell’altra la data per la seconda “inutile” dose di vaccino prenotata va a togliere spazio e dosi a chi quel vaccino ancora sta aspettando. L’Ausl sta giò corendo ai ripari per sistemare ogni burocrazia andata storta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui