Vacanze a Cesenatico: un’estate con grandi numeri VIDEO

Stagione delle vacanze eccellente. A inizio settembre sono tante le strutture turistiche ancora in piena attività. L’invito è tenere in attività alberghi e strutture in modo da dare il senso che la stagione delle vacanze e del mare continua. Tutto sommato anche dal punto di vista della sicurezza si può dire che l’estate sia trascorsa abbastanza tranquilla.


Stabilimenti balneari

Simone Battistoni, presidente della Cooperativa stabilimenti balneari (che raccoglie 127 stabilimenti e 50 marinai di salvataggio) e presidente regionale Sib individua i punti forti della stagione turistica 2022: la voglia di tornare a fare vacanze al mare in piena libertà, il bel tempo durato per tutta l’estate. «Abbiamo avuto eccellenti giugno, luglio e agosto. Settembre è forse in leggero calo rispetto allo scorso anno, per via dei primi giorni di maltempo, ma niente di che, quella di quest’anno si conclude come un’estate da incorniciare. Del resto la gente in spiaggia c’è ancora in questi giorni. Quello che notiamo è che nelle famiglie italiane e anche straniere serpeggia la preoccupazione per quello che si preannuncia essere un autunno caldo per l’aumento dei prezzi, delle bollette, del costo della vita». Un esempio citato, specie per gli stranieri in questo periodo, è prenotare brandine e ombrelloni un giorno per l’altro, anche in previsione di un possibile cambiamento del meteo. «Questo per dire come si faccia attenzione alla spesa, sebbene prenotando per più giorni si finisca per pagare meno».

Campeggi

La conferma di come si sia in presenza di un’estate turistica da incorniciare, viene anche da Terzo Martinetti, direttore del “Cesenatico Camping Village” e del “Pineta sul mare”, nonché vicepresidente regionale Faita che associa campeggi e villaggi turistici. «L’estate è stata eccellente e lunga e tuttora per i campeggi continua a esserlo. Per tutto il fine settimana, almeno fino all’11 settembre nei nostri due campeggi avremo il tutto esaurito. Perciò 4.500 persone. È cresciuto anche il numero degli stranieri arrivati: tedeschi, austriaci, francesi, cechi, polacchi; grazie al lavoro fatto d’intesa con i tour operator. E nel fine settimana ospiteremo il camp del sindacato Uil».
Alberghi
Gli albergatori di Adac-Federalberghi, con il presidente Leandro Pasini, che rappresenta 235 hotel e strutture ricettive, conferma la bella estate e invita gli albergatori a tenere aperti gli hotel per dare un segnale di continuità turistica tanto agli ospiti che ai colleghi e alla città. «Bene l’estate, bene settembre – sintetizza Pasini -. Niente da dire, la Riviera e gli albergatori hanno dato buona prova e immagine di sé. C’è qualcuno che già pensa sia tempo di chiusure, invece noi per primi dobbiamo sforzarci di riamare aperti. Anche se si è a corto di personale, ce l’abbiano fatta in piena estate e ce la faremo anche in settembre. I problemi ci sono stati e rimangono, i maggiori sono stati proprio la penuria di personale e il caro bollette, a partire dall’aumento del costo dell’energia e per l’inflazione che si traduce in aumento di costi delle materie prime. Ma l’estate per quanto riguarda le richieste di soggiorni, le presenze, gli arrivi è andate bene e la stagione ancora per un può continua».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui