FORLI’. Mancava un tassello. Ora c’è. E la facoltà di Medicina in Romagna è pronta a diventare realtà a partire dal prossimo autuno. “In relazione al parere pienamente positivo espresso nel Protocollo di Valutazione licenziato dalla Commissione di Esperti dell’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) sull’accreditamento dei corsi della Scuola di Medicina in Romagna, esprimo tutta la soddisfazione della Fondazione di Forlì per il compimento di un altro passo importante nel percorso che ci porterà all’apertura del primo corso della Scuola di Medicina a Forlì già nell’autunno di quest’anno”. A dirlo è il presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Roberto Pinza -. E’ stato compiuto un lavoro enorme per il quale la Fondazione ha messo a disposizione le proprie energie e un impegno economico dell’ordine di 14 milioni di euro”.

“Si tratta di un passo decisivo verso l’ulteriore e migliore integrazione tra il mondo della sanità e quello dello studio e della ricerca universitaria – prosegue il presidente -. Questo risultato si deve per tanta parte al formidabile impegno del rettore Francesco Ubertini e del pro-rettore per la didattica Enrico Sangiorgi, oltre che alla costante collaborazione con l’Amministrazione comunale di Forlì e all’intervento di alcuni mecenati privati del territorio. Guardiamo quindi con fiducia alla ripresa delle attività didattiche del campus forlivese in autunno, tra le quali figureranno di certo anche quelle della Scuola di Medicina”.

Argomenti:

Forlì

medicina

ravenna

università

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *