Unione, la protesta: 32 vigili su un territorio di 14 comuni del Forlivese

Sono appena in 32, che suddivisi in due turni vuole poi dire 16, a dovere garantire la sicurezza su un territorio di ben 14 comuni; in più i funzionari, comandante compreso, assommano a 5, manca ancora una centrale operativa per ricevere anche le chiamate dei cittadini i quali, per un intervento a Santa Sofia, devono contattare Forlì che pure è uscita dall’Unione dei Comuni a inizio anno. E’ la situazione che vive il Corpo di Polizia locale comprensoriale e che ieri mattina i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Csa hanno voluto denunciare in un presidio assembleare assieme a una dozzina di agenti, proprio davanti alla sede dell’Unione. La richiesta è quella di un incontro urgente con giunta e consiglio dell’organismo per sciogliere nodi che non si limitano a quelli sopracitati, la punta di un iceberg ben più massiccio sul quale la politica pare essersi incagliata.

L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui