“Un’altra stazione”, progetto di riqualificazione a Cesena

"Un'altra stazione", progetto di riqualificazione a Cesena

L’amministrazione comunale ha presentato un progetto per riqualificare l’area intorno alla stazione.

La zona antistante e retrostante (quartiere Vigne) la stazione ferroviaria di Cesena, si caratterizza per la presenza di un consistente numero di persone che si radunano in gruppi che di fatto spingono i cittadini ad evitare quelle zone, in particolare in orario pomeridiano e la sera fino a notte inoltrata. Questi gruppi di persone nel radunarsi fanno notevole uso di alcol, lasciando sul posto consistenti quantità di bottiglie in vetro.

Uno dei luoghi di maggiore criticità è il parcheggio sottostante il liceo classico “Vincenzo Monti”, il cui sotterraneo, scarsamente frequentato, viene utilizzato come luogo per l’assunzione di sostanze.

Nella zona si sono inoltre registrati numerosi atti di vandalismo, soprattutto nei confronti di veicoli in sosta, ma anche a danno di locali pubblici. Da tempo, poi, sono iniziate attività di insudiciamento dei muri con scritte e disegni di vario tipo.

Questa situazione comporta una notevole percezione di insicurezza per i cittadini che vivono o che frequentano la zona. A ciò si aggiunge, quale elemento di preoccupazione, la presenza nell’area di varie scuole: il liceo classico “Vincenzo Monti”, il liceo scientifico “Augusto Righi”, il liceo linguistico “Ilaria Alpi” e il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna. 

Richieste di intervento pervenute alla centrale operativa della Polizia Locale

Dal 1 gennaio 2018 al 1 luglio 2019 sono pervenute 47 richieste di intervento nelle aree considerate (piazza Aldo Moro, piazzale Karl Marx, piazzale Sirotti, piazza Sanguinetti). 

Circa l’impianto di videosorveglianza presente in loco, sempre da gennaio 2018 al 1 luglio 2019 sono state fornite alla Polizia di Stato e ai Carabinieri 72 registrazioni di immagini relative alla zona stazione quale supporto ad indagini per furti, danneggiamenti e spaccio di sostanze stupefacenti. A queste, vanno aggiunte decine di visioni di filmati che non sono risultati utili alle indagini e quindi non si sono trasformati in registrazioni consegnate. 

La Centrale Operativa riferisce, altresì, di decine di chiamate al centralino per segnalazioni nella zona che non sono state registrate in quanto non hanno avuto attività conseguenti.

Il progetto denominato “Un’altra stazione” intende perciò:

·         riqualificare l’area, in continuità con le altre azioni già intraprese;

·         riqualificare gli spazi al fine di ridurre il degrado, attrarre altre tipologie di cittadini ed incrementare le attività nei luoghi;

·         migliorare la sicurezza dell’area;

·         allontanare i gruppi di persone dedite al bivacco o ad attività illecite (quali lo spaccio di stupefacenti) che occupano gli spazi e non consentono la piena fruibilità e vivibilità delle aree;

·         migliorare il controllo del territorio con l’integrazione dell’impianto di videosorveglianza;

·         potenziare l’illuminazione pubblica per rendere più sicuri i percorsi pedonali di attraversamento dell’area.

GLI INTERVENTI

1. Parcheggio pubblico sottostante il liceo classico “Vincenzo Monti”

Per controllare da remoto le presenze all’interno del parcheggio sotterraneo, è prevista la sostituzione dell’impianto di videosorveglianza esistente, finalizzato al controllo della sosta, con un nuovo impianto di videosorveglianza finalizzato a controlli di sicurezza e collegato alla centrale operativa della Polizia Locale.

Per ridurre le possibilità di accesso e stazionamento nel parcheggio da parte di individui (di solito tossicodipendenti) che al suo interno trovano un luogo che gli consente di sottrarsi alla vista dei passanti per le attività dedite all’assunzione di droghe, si consentirà l’accesso al parcheggio ai soli abbonati. Questa nuova modalità di gestione impedirà l’ingresso a quelle persone che si vogliono allontanare e che sono la principale causa del degrado (oltre ad originare consistenti oneri per la pulizia specifica dei luoghi, che oggi viene effettuata tre volte alla settimana). 

Questa nuova modalità sarà attivata con la revisione del sistema di accesso al parcheggio. Sarà predisposto un automatismo di apertura e chiusura della serranda carrabile, ad uso esclusivo degli abbonati, alla stessa stregua di quelli già installati da tempo e quindi già verificati e collaudati in altri parcheggi (ad es. il parcheggio Machiavelli). Il sistema prevede l’installazione di un combinatore telefonico che, attraverso una white list di numeri di telefono cellulari, attivi il meccanismo di apertura/chiusura della serranda.

Per ridurre al minimo i tempi di accesso ed uscita dal parcheggio, dovuti all’apertura e chiusura della serranda carrabile, nonché per ridurre i costi di investimento, di lavorazione/installazione e di futura manutenzione del sistema, ma allo stesso tempo per avere sotto controllo i flussi delle automobili che transitano nel parcheggio e scoprire eventuali casi d’abuso, si installerà un sistema di lettura targhe gestito attraverso un apposito software di centrale installato presso ATR.

Totale interventi: 67.000 euro

2. Area circostante il liceo classico “Vincenzo Monti”

Sarà installato un nuovo impianto di illuminazione nell’area esterna al liceo “Monti” (oggi non presente), da piazza Sanguinetti a piazza Aldo Moro, per favorire la fruibilità dei percorsi di attraversamento pedonale quale area di raccordo fra vari poli di attrazione, anche in contesti serali e notturni, vista anche la presenza di attività sportive che utilizzano le palestre del liceo fino a tarda sera. La nuova illuminazione interesserà un percorso pedonale di circa 400 metri mediante l’installazione di 20 punti luce.

Totale interventi: 65.000 euro

3. Zona retrostante la stazione – Quartiere Vigne 

Sul retro della stazione ferroviaria (da piazzale Sirotti a via Montecatini) è prevista un’ulteriore integrazione dell’impianto di videosorveglianza mediante l’installazione di due pali con telecamere multi-ottica per il rilievo delle immagini a 360° a copertura di tutta la zona.

Totale intervento: 17.000 euro

4. Piazza Aldo Moro, piazzale Karl Marx, piazza Sanguinetti

Al fine di migliorare l’aspetto complessivo dell’area e con l’obiettivo di disincentivare episodi di scritte sui muri, anche nella consapevolezza che il miglioramento estetico contribuisce ad una maggiore cura ed attenzione di chi vive i luoghi, si realizzerà unprogetto di street art. A questo scopo, l’Amministrazione comunale promuoverà un bando per coinvolgere giovani artisti locali, singoli o gruppi, che si propongano con un progetto di arte moderna figurativa da realizzarsi nei muri esterni dell’edificio del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna, che supporterà il progetto.

Nella zona verranno poi installate 6 rastrelliere portabiciclette con sistema di aggancio antifurto e 15 cestini realizzati con elementi di arredo.

Totale interventi: 15.000 euro

5. Interventi di controllo e di prevenzione da parte delle forze dell’ordine

Gli interventi, nell’ottica complessiva, non si limiteranno al presente progetto, ma continueranno da settembre con il presidio all’uscita dalle scuole da parte della Polizia Locale che svilupperà anche servizi di prevenzione sull’assunzione di sostanze stupefacenti (progetto in itinere e in collaborazione con Questura e Prefettura).

6. Interventi di tipo sociale

Il progetto si caratterizza anche per la continuità degli interventi di tipo sociale già in atto, al fine di favorire “l’aggancio”, il reinserimento e/o l’integrazione di persone frequentanti la zona, quali:

·         attività di strada (“Via delle Stelle”, 38.000 euro) e gestione di un centro diurno (“La marmotta rossa”, 65.000 euro) posto in loco, rivolti a persone in condizioni di grave marginalità sociale e senza dimora;

·         sviluppo di azioni educative mirate, rivolte a giovani, giovanissimi e più in generale alla comunità locale con l’implementazione di attività aggregative e laboratoriali di territorio (“Binario cinque”, 4.900 euro);

·         servizio di monitoraggio continuo e raccolta mirata delle siringhe abbandonate dai tossicodipendenti (34.580 euro).

7. Sicurezza stradale

L’attenzione dell’Amministrazione comunale alla zona si rileva anche da altri programmi di intervento in essere. Sono imminenti, a questo proposito, i lavori di riasfaltatura del tratto di strada da via Cavour alla stazione ferroviaria.

Totale interventi per segnaletica stradale: 6.000 euro

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *