A Rimini una flotta di 300 e-bike disponibili per il noleggio

Debutto ufficiale del nuovo servizio di e-bike in sharing, che amplia la flotta dei mezzi di micromobilità elettrica per spostarsi in città. Il nuovo servizio di biciclette elettriche in sharing nasce dalla collaborazione tra il Comune di Rimini e la società Lime, operatore già attivo sul territorio con il servizio di monopattini in free floating. La presentazione è avvenuta alla presenza dell’assessore alla Mobilità del Comune di Rimini Roberta Frisoni e di Alessio Raccagna e Arrigo Cirio, rispettivamente responsabile affari istituzionali e responsabile operativo per il Nord Italia di Lime. Un ampliamento che era partito da una richiesta avanzata dal Comune di Rimini ad entrambi gli operatori affidatari del servizio di monopattini, per implementare la flotta di mezzi, sia in riferimento ai monopattini elettrici che alle bici a pedalata assistita. Richiesta che Lime ha subito accolto introducendo 300 bici elettriche del modello “Jump”, che si aggiungono ai 500 monopattini Lime, già disponibili.
La città di Rimini è stata tra le prime a scommettere su monopattini e servizi di sharing da ‘ultimo miglio’ che – con questo incremento – arriva ad un parco mezzi a disposizione di turisti e riminesi di 1.000 monopattini e 300 bici elettriche, a cui si aggiungeranno altri veicoli elettrici che sono al vaglio. Come noto l’anno scorso, sulla base del “decreto milleproroghe” i monopattini elettrici sono equiparati ai velocipedi, dunque possono circolare in ambito urbano e sulle normali sedi stradali, rispettando le stesse disposizioni che regolano l’uso delle biciclette.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui