“Una corsa per un’amica” fa tappa a Rimini contro la violenza sulle donne

Ha fatto tappa a Rimini, questa mattina, la ciclista amatoriale Orietta Casolin con il suo progetto “Una corsa per un’amica”, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla lotta contro la violenza sulle donne. Ad accogliere Orietta, presso la sede della Casa delle donne del Comune di Rimini, la Vice Sindaca con delega alle politiche di genere, Chiara Bellini, insieme a Roberta Calderisi, presidente dell’associazione Rompi il silenzio di Rimini, e Roberta Mazza, referente delle pari opportunità del Comune di Rimini.  

Orietta Casolin è partita il 14 novembre scorso da Portogruaro con destinazione Roma, città che raggiungerà il 25 novembre prossimo in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Durante il suo viaggio, sono previste 10 soste intermedie in luoghi tristemente scenario di femminicidi (Venezia, Ferrara, Ravenna, Cesena, Pesaro, Porto Recanati, Ascoli Piceno, L’Aquila, Arsoli, Roma). 

Per la tappa odierna, Orietta Casolin è accompagnata da altre tre cicliste locali. 

“Abbiamo accolto Orietta e la sua carovana – è il commento di Chiara Bellini – con grande stima e solidarietà. Il suo è un modo originale, coinvolgente e intelligente per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla violenza di genere, e siamo orgogliose di averla ospitata nella nostra Casa delle donne. Ci ha raccontato la sua esperienza e si è informata sulle nostre attività, denotando grande energia, curiosità e conoscenza delle tematiche di genere.  Iniziative come questa fanno da filo conduttore a un messaggio di speranza che auspico attraversi tutte le comunità toccate dal suo viaggio. Il suo passaggio è anche una ulteriore tappa di avvicinamento alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne di sabato prossimo. In occasione del 27 novembre sono previste diverse iniziative a Rimini, tra cui “è per te”,  la ormai tradizionale camminata nelle vie del centro, che riprenderemo dopo l’interruzione dovuta alla pandemia sanitaria”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui