Una “Bella stagione” d’autore nel segno del Premio Riccione per il teatro

Giancarlo Giannini è tra gli artisti attesi a Riccione

RICCIONE. Nella cornice di Villa Franceschi davanti a un sole giallo, la nuova immagine grafica, è stata presentata a giornalisti e pubblico La bella stagione 2019-20 dello Spazio Tondelli di Riccione. Un inizio anticipato, si prevedono 5 spettacoli entro il 2019 e 6 nell’anno nuovo, per consentire i lavori di ristrutturazione dello Spazio Tondelli. Mai come quest’anno La bella stagione si lega all’altra grande iniziativa curata da Riccione Teatro, il Premio Riccione per il Teatro, prestigioso concorso di drammaturgia giunto alla 55ª edizione.

«Il cartellone dello Spazio Tondelli accoglie grandi autori premiati dal Premio Riccione e storici giurati del concorso come Vitaliano Trevisan, Carlotta Corradi, Stefano Massini e Letizia Russo», spiega Daniele Gualdi, presidente di Riccione Teatro. «A collegare le due iniziative è anche uno spettacolo capace di superare i confini di genere, unendo musica, cinema, videoarte e performance. Nella giornata conclusiva del Premio, domenica 3 novembre, va in scena infatti l’omaggio di Scanner, protagonista assoluto della scena elettronica internazionale, all’intramontabile film di Michelangelo Antonioni, L’eclisse. La stagione inizia ufficialmente con una prima assoluta venerdì 8 novembre con la nuova versione di Coppia aperta quasi spalancata, classico di Dario Fo e Franca Rame ora interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico». Negli appuntamenti successivi si potranno ammirare in scena attori come Giancarlo Giannini, Alessandro Preziosi, Serena Autieri, Anna Galiena, Debora Caprioglio, Fabio Troiano, Natalino Balasso, Giacomo Poretti (Aldo, Giovanni e Giacomo). «Una stagione fatta di importanti collaborazioni, di innovazione e multidisciplinarità», spiega Simone Bruscia, direttore di Riccione Teatro introducendo Lorenzo Conti, curatore della sezione danza «Riccione Teatro entra a far parte dell’importante rete “E’ bal. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea” e per questa rassegna il 22 febbraio lo Spazio Tondelli ospiterà Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa, interpretato da Lorenzo Gleijeses che firma la regia insieme a due mostri sacri come Julia Varley e Eugenio Barba. Tra i tanti artisti che hanno collaborato a questa produzione: Mirto Baliani, Geppy Gleijeses, la cofondatrice di Fanny & Alexander Chiara Lagani (Premio speciale all’innovazione drammaturgica a Riccione nel 2017) e il coreografo Michele Di Stefano».

Accanto al cartellone principale viene presentata da Alessandra Battarra, assessore ai Servizi Educativi del Comune di Riccione, la rassegna La bellina: 5 appuntamenti domenicali per ragazzi e famiglie proposti anche in matinée per le scuole. «Presentiamo due spettacoli tratti da romanzi L’amore per l’educazione di Gabriele Vacis da “Cuore” di Edmondo De Amicis e Kafka e la bambola viaggiatrice dal romanzo omonimo di Jordi Sierra i Fabra che arriverà a Riccione pochi mesi dopo il debutto al Romaeuropa Festival. Inoltre la compagnia Kinkaleri metterà in scena una trilogia pensata per far conoscere l’opera di Puccini ad adulti e bambini: Nessun dorma (2 febbraio), I love you Tosca (9 febbraio) e Butterfly (16 febbraio).» Chiude il sindaco di Riccione Renata Tosi «Siamo felici del percorso svolto insieme per la realizzazione di una stagione che osa sperimentare, che attiva un sano confronto e guarda ai giovani».
Info: www.riccioneteatro.it

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *