Un parroco richiestissimo. I fedeli di Sarsina: “Vogliamo don Daniele Bosi”

“Vogliamo don Daniele Bosi”. E’ la richiesta della comunità di Sarsina. “Da alcuni giorni il nostro paese di Sarsina – si legge in una nota – ha avviato una raccolta firme per esprimere al Vescovo il desiderio di avere, qualora il parroco attuale don Renato Serra andrà in pensione, al suo posto il nostro concittadino don Daniele Bosi (parroco di Villachiaviche di Cesena, ndr). La nostra è una richiesta serena, vogliamo che il nostro parroco resti con noi più che può, ma quando dovrà lasciare il suo mandato, visti anche i problemi di salute oltre allo scadere dell’età, chiediamo che al suo posto venga il citato sacerdote.

Nei locali pubblici stanno circolando le lettere per raccogliere le firme dei cittadini; portano la firma del paesano Fiorenzo Fabbretti. La lettera così cita: Eccellenza, nel dicembre del 2013, avvicinandosi il 75° compleanno del parroco don Renzo, scrissi questa lettera con l’intenzione di raccogliere a Sarsina le firme per chiedere che al suo posto fosse insediato il concittadino don Daniele. Qualcuno mi persuase di abbandonare l’iniziativa perché allora i tempi non erano maturi e allora tutto si concluse. Ora, dopo 9 anni avvicinandosi il compimento del 75° anno di età del nostro parroco don Renato, che purtroppo non è troppo assistito dalla salute, sono andato a ripescare quella lettera e la ripropongo qui sotto, con alcuni adattamenti. Con la presente le chiediamo umilmente, al termine del mandato di don Serra, di poter nominare  come  suo  successore il nostro concittadino don Daniele. Motiviamo la presente richiesta sopratutto su due punti che noi consideriamo principali oltre a tutti gli altri.

Il primo è per la sua grande conoscenza del nostro territorio e della nostra città. Quale sacerdote potrebbe amare più di lui Sarsina, i sarsinati e le piccole comunità circostanti?

Il secondo motivo, sicuramente non meno importante è la grande stima dimostrata da tutte le persone di questa comunità cittadina. Qualità ampiamente riscontrata in ogni occasione da tutti i residenti e partecipanti anche se diversamente o non troppo praticanti.

Eccellenza siamo certi che possa essere la scelta, anche se per lei difficile, ampiamente condivisa e desiderata dai cittadini che le sarebbero molto grati qualora ritenesse di accontentarli.

In tanti di noi abbiamo chiesto questo, lungo il corso degli anni, in più occasioni: ora lo facciamo tutti insieme sperando che la nostra voce arrivi al suo cuore e scelga per il bene della nostra cittadina.

Il desiderio di poter avere Don Daniele come nostro parroco è grande e per questo si è pensato di portarlo a sua conoscenza da tutte le persone che firmano queste poche righe ma riassuntive dei motivi principali della nostra richiesta, oltre a tutti gli altri”.             

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui