Un ottimo bilancio per la mostra “Il fuoco a Santarcangelo”

Si è concluso con un ottimo riscontro di pubblico il fine settimana di Capodanno, che a Santarcangelo ha visto la cultura protagonistadi un’offerta variegata nel pieno rispetto delle nuove restrizioni per il contenimento dei contagi.

 Nonostante l’annullamento della festa con spettacolo e dj set, infatti, la mostra “Il fuoco a Santarcangelo” ha fatto registrare lungo tutti i quattro giorni dell’esposizione un flusso continuativo di persone, arrivate in piazza Ganganelli appositamente per ammirare le opere della Mutoid Waste Company o incuriosite dell’allestimento particolarmente suggestivo durante una passeggiata in centro città.

Per concludere le celebrazioni avviate nel trentennale dell’arrivo del gruppo a Santarcangelo, inoltre, l’Amministrazione comunale valuterà una data per un possibile recupero dello spettacolo nei prossimi mesi, compatibilmente con l’evoluzione della situazione sanitaria. Ampio successo di pubblico anche per l’inaugurazione della mostra “Accordi e fughe” – progetto espositivo che dà voce alla poliedrica attività artistica di Filippo Sorcinelli – che giovedì 30 dicembre ha richiamato al Musas circa 200 persone, organizzatein diversi turni di visita per garantire l’osservanza delle misure anti-Covid. Fino al 27 marzo la mostra potrà essere visitata ogni sabato e domenica dalle 15,30 alle 19: per accedere è necessaria la Certificazione verde Covid-19 rafforzata (super green pass), informazioni ai numeri 0541/625212 e 0541/624703. 

Domenica 2 gennaio, infine, la prima visita guidata a “L’era un béus, poeti alle finestre” ha visto circa 20 personeprendere parteal tour condotto da Claudio Ballestracci –artista e curatore del progetto – tra le installazioni presenti in piazza Ganganelli e alle ex carceri (Tonino Guerra), allo studio del ceramista Lucio Bernardi e all’ex mobilificio Gallavotti (Nino Pedretti), a palazzo Docci (Raffaello Baldini) e alle case di piazza Monache (Giuliana Rocchi). Per chi non fosse riuscito a partecipare, la visita guidata sarà replicata sempre alle ore 17,30 di domenica 9, 16, 23 e 30 gennaio, a cura della Pro Loco.

 “Dalle nostre radici culturali alla cultura del futuro, anche in questi giorni di Capodanno Santarcangelo si è distinta per la sua capacità di tenere insieme tradizione e innovazione, consolidamento e sperimentazione” dichiara la sindaca Alice Parma. “Abbiamo accompagnato la fine del 2021 e l’inizio del 2022 con una serie di iniziative diffuse e di forte valore culturale, che hanno ottenuto un ottimo successo nel rispetto delle restrizioni anti-Covid. Ora salutiamo le opere dei Mutoid che da piazza Ganganelli tornano a Mutonia – conclude la sindaca – augurando a tutti noi, ancora una volta, un buon 2022”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui