Un guerriero più forte di ogni difficoltà

Sarebbe certamente morto se due sensibili cittadini non lo avessero soccorso portandolo, immediatamente, in clinica. È iniziativa cosi la seconda vita di Denver, delizioso micio dal manto grigio tigrato di appena quattro mesi. Su quella strada, senza le cure veterinarie, non avrebbe avuto un futuro. La malnutrizione e l’abbandono avevano scavato il suo esile corpo tanto che, ai medici veterinari, le sue condizioni sono risultate immediatamente serie. Nonostante la tenerissima età, Denver non si arrende: lotta come un guerriero e, giorno dopo giorno, le sue condizioni migliorano. La vita all’interno della gabbia da degenza, però, lo intristisce. Anche se è un cucciolo, non gioca e nei suoi occhi è palese l’abbattimento. Nessuno, infatti, lo vuole per via di quell’occhio velato dall’incuria. Vede bene e può dunque vivere una vita perfettamente normale ma non è sufficiente per chi lo guarda con superficialità e non riesce ad andare oltre quello che considera un difetto fisico. Le volontarie dell’associazione “Adottagatti” vengono a conoscenza della sua storia e decidono così di accoglierlo insieme ad una giovane gattina salvata con il suo cucciolo. Finalmente nel suo sguardo la tristezza lascia spazio alla gioia: mamma gatta si prende cura di lui come fa con l’altro piccolo e Denver inizia finalmente ad avere quella spensieratezza tipica dei piccoli di ogni specie.

Proprio quando comincia a giocare e correre, la volontaria che si prende cura di lui si rende conto che il piccolo non cammina bene. Viene, dunque, portato nuovamente in clinica per gli accertamenti e la diagnosi è che Denver ha un problema neurologico per il quale si prospetta un altro periodo di gabbia. Le volontarie non se la sentono di rinchiuderlo nuovamente in quella gabbietta dove la vita per lui si trasformava in un fardello insostenibile. Scelgono, dunque, di assicurargli le cure a casa dove questo amorevole cucciolo piò contare sull’affetto di mamma gatta e le attenzioni della volontaria. Non si sa se ad aver fatto la differenza sia stato proprio l’amore con cui è stato circondato ma, ciò che è certo, è che, in maniera insperata, Denver si riprende quasi completamente. Al momento ha un’impercettibile zoppia che non gli impedisce certamente di correre, giocare e saltare come qualsiasi altro cucciolo. Già vaccinato, si cerca per lui una famiglia speciale quanto lo è lui. Per conoscerlo o ricevere maggiori dettagli, contattare il 349 5383815 tramite messaggio sms oppure whatsapp.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui