FORLÌ. Forlì da qualche mese ospita dei tesori: sono le opere esposte ai Musei San Domenico e alla ex chiesa di San Giacomo nella grande mostra “Ulisse. L’arte e il mito”, organizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi in collaborazione con il Comune. Inaugurata a metà febbraio, con una risposta entusiastica da parte dei visitatori per l’eccezionalità dei pezzi esposti, la manifestazione coordinata da Gianfranco Brunelli si è dovuta arrendere al Covid-19, e alle ordinanze che dall’8 marzo hanno definitivamente interdetto musei, biblioteche, sale espositive fino al 3 aprile. Ma esiste un “piano b”, che preveda, a causa di una situazione assolutamente imprevedibile, un prolungamento dell’apertura, prevista attualmente per il 23 giugno? Bocche cucite alla Fondazione: l’avvenire è incerto, e inoltre sono in ballo prestiti da musei di tutta Europa…. complessissima quindi la macchina organizzativa, e davvero molto delicata la responsabilità degli organizzatori e del Comitato scientifico, che preferiscono per ora non pronunciarsi. E allora non possiamo che formulare un augurio: che l’estate possa illuminarsi di quella bellezza, sottratta per mesi a una città che la sente “sua” in modo speciale.

Argomenti:

Musei San Domenico

ulisse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *