Ucraina: il Rugby Forlì organizza una raccolta di beni di prima necessità

La grande famiglia del Rugby Forlì 1979 si mobilita per le vittime del conflitto in Ucraina ed avvia una raccolta di beni di prima necessità da inviare nei territori martoriati dalle bombe. Da domenica 13 marzo, in concomitanza con la partita della prima squadra col Guastalla Rugby, e per tutta la settimana a seguire, i tesserati, i simpatizzanti e gli amici biancorossi potranno portare presso il punto di raccolta di Via Borghetto Accademia (domenica dalle 14 alle 18, i restanti giorni dalle 18.00 alle 20.00) tutti i beni di prima necessità che occorrono in situazioni drammatiche come questa:-pannolini-pannoloni-assorbenti-sapone per corpo, per abiti e per piatti-shampoo-dentifrici e spazzolini-cibo in scatola ed a lunga scadenza (no contenitori in vetro)
-Giocattoli per bambini in buono stato.
“Lo sport è veicolo di solidarietà ed il nostro Club, come in passato, non può esimersi dal fare la sua parte” dice il factotum Zuccherelli coordinatore dell’iniziativa. “Confrontandomi con Giordano Di Bello, colonna portante del nostro sodalizio, abbiamo deciso di organizzare questa raccoltain collaborazione con moltissime altre realtà forlivesi sotto la bandiera di Lo Sport per Forlì, nata ai tempi del lockdown del 2020, e vogliamo contribuire concretamente nell’aiutare chi in questo momento ha decisamente più bisogno di noi”.
Il Rugby Forlì 1979 in questa prima fase dell’emergenza darà il proprio supporto alle popolazioni martoriate dalla guerra con la raccolta di cibo e materiale, poi elaborerà altri progetti più o meno diretti quando, si spera al più presto, la situazione sarà stabilizzata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui