Ucraina, Cgil e Anpi di Rimini tornano in piazza per la pace

Cgil, Anpi e Coordinamento per la democrazia costituzionale di Rimini tornano in piazza per la pace. E assieme a una decina di associazioni, tra cui Libera, Papa Giovanni XXIII e Federconsumatori, saranno presenti in piazza Tre Martiri a Rimini sabato 21 e 28 maggio e sabato 4 e 11 giugno 2022 al mattino. “Moltiplichiamo le iniziative di pace dopo la grande Marcia straordinaria Perugi-Assisi”, questo il messaggio che lanciano sottolineando che in Ucraina ogni giorno che passa “lo scontro s’innalza e la guerra diventa più disumana e cieca distruggendo ogni residuo spazio di pace. Per questo va fermata subito”, negoziando “con determinazione su tutto”: cessate il fuoco, corridoi umanitari, fine della guerra, sicurezza per tutti, disarmo, rispetto dei diritti umani di tutti. L’invito dunque è a “dialogare con tutti”: occorre aprire “un negoziato multilaterale serio, strutturato, concreto, onesto e coraggioso, sotto l’autorità delle Nazioni unite”. Le associazioni riminesi ribadiscono la loro solidarietà al popolo ucraino, a “tutte le vittime di tutte le guerre dimenticate”, ai “russi che si oppongono alla guerra”, a “chi è costretto a farla” e alle vittime della persecuzione anti-russa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui