Tutta la regione enologica al Wein tour, tre giorni di degustazioni

Torna il prossimo week end il WeinTour, quinta edizione dopo un anno di stop forzato. L’evento dedicato agli amanti del vino, delle eccellenze e delle tipicità enogastronomiche dell’Emilia-Romagna, inaugura l’estate di Cattolica e vuole rappresentare un segno di fiducia e di ripresa per il turismo, per l’economia e per la socialità. «Le cantine che quest’anno saranno protagoniste della passeggiata enogastronomica sono dislocate lungo il percorso della tappa Modena – Cattolica, cosicché ripercorreremo il giro in un bicchiere. Il Wein Tour ormai è diventato un appuntamento molto atteso – spiega Luca Lorenzi, presidente del comitato Cuore di Cattolica, promotore dell’iniziativa – e con grande piacere Cattolica si appresta ad accogliere tutti i wine lover, giornalisti di settore e curiosi. È l’unico degli eventi che si svolgono in Romagna che accoglie anche i vini dell’Emilia, offrendo ai visitatori un appuntamento di rilevanza regionale, un’occasione unica per conoscere le cantine tutte insieme in viale Bovio».

I protagonisti

Protagonisti i produttori della regione: sono 30 le cantine che si presenteranno lungo la passeggiata enogastronomica in viale Bovio da domani a domenica, dalle 17 a tarda sera, per proporre i loro migliori calici. Sono quasi una decina in più le cantine dell’edizione 2021 rispetto all’ultima del 2019, a testimoniare la voglia di partecipazione e ripartenza. L’evento è un viaggio enogastronomico a tutto tondo, che si arricchisce dei nuovi abbinamenti tra i vini e i piatti della tradizione Emiliano Romagnola, dalla piadina, al gnocco fritto, alle tagliatelle con il ragù alla marinara, per un’esperienza di gusto completa.

Seminari

Secondo il collaudato format della kermesse, accanto alle degustazioni libere di vini e prodotti tipici si terranno cicli di seminari con relatori del settore vitivinicolo ed esperti di alto spessore. Sono due i seminari con degustazione guidata. Sabato 5 giugno Renzo Maria Morresi della cantina Casetta dei Frati e Stefano Bariani di Fondo San Giuseppe guideranno la degustazione “Modigliana, un terroir”. Appuntamento alle 15.30 all’hotel Kursaal (lungomare Rasi Spinelli). «Un terroir non è semplicemente un luogo geografico, ma una tradizione, una comunità che condivide tratti distintivi e saperi in relazione al proprio ambiente naturale, con il quale è in grado di interagire», spiegano i produttori modiglianesi.

Domenica 6 giugno, sempre alle 15.30 all’hotel Kursaal, ci sarà invece il seminario con degustazione guidata dal sommelier Bruno Piccioni “Alla scoperta dei vini bianchi dell’Emilia Romagna”. I posti disponibili per la partecipazione ai seminari sono limitati e in fase di esaurimento. Prenotazione obbligatoria, WhatsApp 333 2848968 (Veronica). Per informazioni: weintourcattolica@gmail.com.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui