Turismo, Gatteo: “Unici in Riviera che crescono sul pre Covid”, ma non è vero

Dati turistici, da Gatteo commentano gli ottimi risultati per la località nei primi nove messi dell’anno, resi disponibili dall’Ufficio Statistica dalla Regione Emilia-Romagna. Ma si presentano come “unica località della Riviera Romagnola a registrare un saldo positivo non solo rispetto al 2021, ma soprattutto in confronto all’ultima stagione precovid, quella del 2019, che già era stata annoverata tra le migliori per la località balneare”. Semplicemente non è vero. Sono pochissimi i Comuni rivieraschi che crescono rispetto al 2019, ma ce ne sono anche degli altri. E Gatteo non doveva neanche guardare troppo lontano in quanto sono i suoi confinanti. Cesenatico cresce sul 2019 dell’1% per i pernottamenti (che sono circa il quintuplo rispetto a Gatteo) e del 3,1% sugli arrivi di turisti. Savignano, che ricava le sue presenze anche dall’entroterra ma soprattutto dal grande campeggio sul mare, è cresciuta addirittura del 12,4% per i pernottamenti e del 14,2% per gli arrivi. Unica altra località costiera in crescita in regione è Comacchio Lidi, con +6,4%, mentre non c’è nessuno sulla costa con il segno più nel Riminese e nel Ravennate.

Sino a settembre 2022, Gatteo registra 115.496 arrivi (+16,1 sul 2021 e + 5% sul 2019) e 688.211 presenze (+ 14,7 sul 2021 + 2,7 % sul 2019). Un risultato legato in particolare alla crescita della clientela nazionale (+8,4% sul 2021 e + 3,9 % sul 2019 le presenze), solo in parte attenuato dal dato non ancora del tutto positivo di quella internazionale (+54% sul 2021 ma -2,5 sul 2019 le presenze). Il recupero sul 2019 è frutto di ottimi dati in tutti i mesi estivi, ma in particolare luglio (+ 8,4) e settembre (+21,4) hanno fatto registrare tassi di crescita sensazionali, ma anche agosto ha fatto registrare un ottimo +3%.

“Leggiamo con estrema soddisfazione il dato relativo alla stagione estiva 2022 – commenta il sindaco Roberto Pari – si tratta di un risultato straordinario, che premia i nostri operatori, che hanno saputo reagire con ottimismo e rapidità alle difficoltà imposte dalla pandemia, collaborando con l’Amministrazione comunale nell’obiettivo condiviso di potenziare la nostra offerta turistica in termini di promozione, servizi, intrattenimento e qualità dell’ospitalità, ragionando anche in una logica di destagionalizzazione. Anche se i dati numerici vanno sempre confrontati con i fatturati delle nostre imprese turistiche, sono comunque una solida base per qualsiasi ragionamento sulle scelte fatte e sulle migliorie da apportare. Come Comune di Gatteo in questi anni abbiamo preso alcune decisioni importanti in chiave di politica turistica: con la creazione della Associazione Gatteo mare Turismo abbiamo voluto unire risorse, idee e progetti con gli imprenditori turistici della nostra località e continuiamo a vedere i frutti di questa scelta. Grazie al progetto Gatteo Mare Summer Village siamo riusciti a potenziare ulteriormente la promozione e l’intrattenimento della località. Penso in particolare agli eventi che fanno da traino per l’avvio e la fine della stagione, come la Settimana del Liscio, che anche quest’anno grazie allo spostamento alla seconda settimana di settembre ci ha consentito di riempire la località sino a metà mese. Ma anche i mesi centrali dell’estate, nei quali abbiamo puntato su intrattenimento diffuso e grandi appuntamenti musicali dell’Arena Rubicone, registrano numeri veramente positivi. Ci piace sottolineare in particolare la straordinaria crescita del mese di luglio, che negli anni precovid era un mese critico, mentre quest’anno ha registrato numeri eccezionali.  Stiamo già lavorando alla stagione 2023: crediamo che l’azione congiunta pubblico-privato espressa nel progetto Gatteo Mare Summer Village –  la formula del villaggio turistico abbinata al ricchissimo calendario eventi – sia lo strumento ideale per continuare ad attrarre nuovi turisti e fidelizzare quelli che già ci conoscono. Puntiamo a potenziare ulteriormente la nostra proposta di intrattenimento in particolare per i mesi di maggio e settembre, per porre le basi per un vero e proprio prolungamento della stagione turistica”.  

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui