Ci sono anche le regole per alberghi, campeggi e villaggi turistici, pronti a riaprire i battenti in Emilia-Romagna da lunedì prossimo. Le linee guida per la fase 2 delle strutture ricettive sono state condivise questa mattina al termine di un confronto tra Regione, associazioni di categoria e sindaci. A partire dall’arrivo gli ospiti dovranno trovare indicazioni, in italiano e in inglese, del giusto comportamento da tenere per contenere il virus: dalle raccomandazioni sul mantenimento della distanza sociale e sul lavaggio frequente della mani, agli obblighi di restare al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37,5) o se si è stati a contatto con persone positive al Covid-19 nei 14 giorni precedenti all’arrivo. Per quanto riguarda il distanziamento di almeno un metro, spiega la Regione, va sempre garantito in tutte le fasi, dal check in al check out, previsti anche prenotazione e pagamento online nonchè l’invio telematico delle informazioni necessarie per la registrazione prima dell’arrivo. Vietati ovviamente buffet e simili, intrattenimenti musicali, mentre per l’animazione dei bambini ci si dovrà rifare al protocollo regionale per i centri estivi. Per quanto riguarda le piscine e le spa, bisogna far riferimento alle norme di sicurezza che saranno indicate per la riapertura di queste attività, “altrimenti occorrerà inibirne l’accesso e l’utilizzo”. Mentre per l’utilizzo delle spiagge private valgono le linee guida apposite per gli stabilimenti balneari. 

Argomenti:

Regione Emilia Romagna

regole

riapertura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *