Truffe nel forex online: la difesa migliore parte dal basso

Truffe nel forex online: la difesa migliore parte dal basso

Il Forex online è una tipologia di mercato monetario considerato il più grande in tutto il mondo. Si parla di forex online ogni qualvolta sia contemplato il cambio da una valuta all’altra. Tale tipologia di mercato nasce nel 1971 e i suoi profitti si aggirano intorno ai quattro miliardi di dollari giornalieri.

Tuttavia, il forex online comporta una serie di problematiche e uno dei rischi maggiori per quanto riguarda il trading online, è quello di essere soggetti a delle truffe. Le vittime sono i traders inesperti che cadono nelle trappole di facili guadagni con margini elevatissimi.

Ma l’apertura al mondo del web comporta anche una serie di benefici: grazie all’attento e capillare lavoro degli organi di tutela online preposti alla sicurezza dei fruitori, e grazie alle innumerevoli denunce da parte di sfortunati utenti, è possibile riconoscere le truffe online come le telefonate spam o le truffe riguardanti il forex online.

CONSOB: un valido sostegno per gli investitori

CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) è un ente amministrativo indipendente che ha come scopo principale quello di tutelare gli investitori, mettendoli in guardia con una serie di stratagemmi; non capita raramente, infatti, che vi siano una serie di truffe organizzate ai danni dei traders.

CONSOB raccomanda di accertarsi di una serie di informazioni preliminari che potrebbero essere utili agli interessati per non incappare in raggiri di vario genere. Come spiegato dal loro sito, infatti, la prima operazione da fare è sicuramente quella di verificare che il sito web che propone di fare trading online tramite operazioni binarie e/o operazioni forex, sia accreditato di un’apposita SIM tenuta dalla CONSOB. Difatti, la totale assenza di requisiti quali, per esempio, quelli patrimoniali ed organizzativi, costituiscono la presenza di vere e proprie truffe.

Inoltre, è possibile svolgere alcune indagini sul conto di chi si mette in contatto con il trader. Ecco come:

  • farsi dire il nome della società;
  • chiedere se vi è un’effettiva autorizzazione e, in caso di risposta positiva, farsi dire il numero di autorizzazione;
  • chiedere dove si trova la sede;
  • chiedere l’indirizzo web del sito proponente.

Tra le altre modalità, è possibile anche consultare il registro delle imprese del paese ove il soggetto ha dichiarato di avere sede, o anche inserire il nome della società su Google e informarsi sui risultati, per farsi un’idea del sito web che propone operazioni di trading.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento, è sempre bene rivolgersi al sito web di CONSOB per ottenere un efficace sostegno in caso di raggiri derivanti da trading online e/o telefonate spam.
Dallo stesso sito web, si può consultare l’elenco delle imprese di investimento comunitarie operanti in Italia, che si suddividono in:

  • sedi con succursale;
  • sedi con regime di libera prestazione, ossia senza succursale.

Paradisi fiscali e truffe online: cosa sono e come si contraddistinguono

Sia nella cinematografia che nella letteratura, si è sempre sentito parlare dei paradisi fiscali, dei luoghi ove vigono delle regole molto poco ferree riguardo il deposito di capitali, più o meno ingenti, con tassi fiscali molto bassi. La totale assenza di organi di controllo che vigilino sull’immissione dei depositi bancari, ha fatto sì che proliferasse il concetto di elusione fiscale.

Insieme al dramma, più o meno intenso, dei paradisi fiscali, si ha quello delle truffe online che dilagano in maniera sempre più preoccupante. In particolar modo, si registrano truffe perpetrate da fittizi broker online, che promettono margini di guadagno elevatissimi senza rischi, con incentivi continui e capitale di partenza basso.

L’inesperto trader cade vittima di raggiri da parte di operatori telefonici, attraverso apposite telefonate spam, che offrono ai trader delle idilliache prospettive di guadagno, senza però menzionare minimamente altri lati come, per esempio, la possibilità di formazione online.

Ciò comporta che il trader cada nel tranello, fidandosi così delle parole degli operatori. Il sistema antitruffa di MigliorBrokerForex.net ha raccolto e segnalato nel tempo questi siti e questi sistemi illeciti di truffa: una consultazione periodica per chi si diletta o opera professionalmente nel trading, è molto consigliata.

Per arginare questo fenomeno si possono, in maniera del tutto preliminare, svolgere una serie di ricerche per accertarsi della reputazione degli operatori telefonici. Grazie anche all’avanzare della tecnologia, ci si può servire di apposite app che bloccano automaticamente le telefonate segnalate come spam.

Con la rete è più facile comprendere quali siano gli operatori telefonici che pongono in essere delle truffe, grazie anche alle denunce fatte dagli altri utenti, che servono per riconoscere immediatamente eventuali operatori spammer.

Il capillare e costante lavoro svolto dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission), ha permesso di istituire nuove regolamentazioni che rendono la vita difficile ai broker falsi che tendono trappole ai trader più inesperti.

Tutelarsi dalle truffe online: come fare?

I mezzi per difendersi dalle truffe online sono molteplici: si è già parlato della possibilità di rivolgersi a specifiche applicazioni per riconoscere automaticamente gli operatori spammer. Ma ci sono effettivamente altri modi per tutelarsi? Sicuramente è possibile svolgere delle ricerche mirate relative a un sito web per verificarne l’effettiva serietà prima di aprire un qualsivoglia conto corrente.

Per accrescere le proprie competenze, sono disponibili degli appositi corsi gratuiti da seguire utilizzando un account demo prima di investire capitali reali. Una buona indicazione circa la serietà e l’attendibilità del sito ove si dice di fare trading, è il fatto che, a seguito di disposizioni CySEC, non è più possibile fornire alcun tipo di bonus in caso di iscrizione, e il neotrader non può superare il livello cinquanta.

Visitare il sito ufficiale di CONSOB consente di ricevere assistenza qualificata e seria ed è possibile visitare uno degli appositi siti web per poter scegliere tra i migliori siti certificati per il web trading. In questi siti sono disponibili delle guide approfondite su come muovere i primi passi all’interno di questo mondo, evitando di cadere nella trappola di truffatori e/o operatori telefonici spammer.

È nelle facoltà del trader, inoltre, mettersi in contatto con il sito fasullo e chiedere che vengano cancellati i propri dati in loro possesso, poiché trattasi di dati sensibili protetti da apposita legge sulla privacy.

Un consiglio utile per tutti coloro i quali abbiano la voglia di immergersi nel mondo del trading online, è quello di tener conto che i siti non utilizzano gli sms o le telefonate come mezzo di lavoro; è bene, dunque, diffidare da tutti quegli operatori che contemplano come mezzo principale di comunicazione quelli sopracitati, per non incappare in raggiri.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *