Trovato e denunciato a Cesena l’aggressore dei vigilantes al Foro

L’attività di accertamenti identificativi e l’analisi di immagini, registrate dalle telecamere del circuito di video sorveglianza comunale, hanno dato un volto all’aggressore degli addetti alla sicurezza del Foro Annonario, nel cuore della città di Cesena.
Gli investigatori del Commissariato di Polizia hanno infatti identificato il soggetto, un 21enne cittadino nigeriano, residente a Cesena con lo stato di senza fissa dimora, resosi responsabile di due aggressioni perpetrate, a gennaio e ad inizio febbraio, ai danni di vigilantes in servizio all’interno del mercato coperto, intenti a far rispettare le regole comportamentali agli avventori del luogo pubblico.
Il giovane nigeriano, in un sabato di fine gennaio, sorpreso a fumare all’interno del Foro Annonario da un addetto alla sicurezza, veniva da questo ultimo redarguito e all’invito ad uscire all’esterno, reagiva colpendo l’uomo alle spalle con una testata alla nuca, per poi darsi subito alla fuga.
L’altra aggressione risale invece a dieci giorni fa, allorché, sempre all’interno del mercato coperto, veniva avvicinato e richiamato da altro addetto alla sicurezza perché sprovvisto della mascherina di protezione sanitaria, invitandolo a farne uso.
Il giovane per tutta risposta usciva all’esterno per poi rientrare poco dopo, sempre sprovvisto della protezione sanitaria, dando in escandescenza ed aggredendo il vigilante cagionandogli contusioni.
In soccorso di questo ultimo giungeva un collega che veniva a sua volta colpito dal corpulento aggressore facendolo rovinare a terra, procurandogli una frattura costale.
Il giovane, che nella furia dell’aggressione si spogliava rimanendo a torso nudo continuando a sferrare pugni, avendo compreso che di li a poco sarebbe arrivata la polizia, si allontanava per le vie del centro.
Gli elementi oggettivi scaturiti dagli immediati accertamenti svolti, in risposta agli episodi di violenza accaduti, grazie anche alle descrizioni fornite dalle vittime, e dalla successiva analisi delle immagini di video sorveglianza estrapolate, hanno portato così all’identificazione del nigeriano e alla denuncia in stato di libertà nei suoi confronti alla Procura della Repubblica di Forlì, per le lesioni cagionate.
Il cittadino extra-comunitario, già gravato da precedenti di polizia negli ultimi due anni per furto, rapina, ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti, nel corso degli approfondimenti svolti sulla sua posizione sul territorio nazionale, veniva altresì denunciato in stato di libertà poiché risultato non in regola con il permesso di soggiorno con l’avvio a suo carico di un procedimento amministrativo volto al rifiuto del rilascio del titolo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui