RAVENNA. Rinviata al 2021, entro la conclusione dell’anno dantesco, la prima mondiale di Metànoia, la nuova creazione di e con Sergei Polunin che avrebbe dovuto aprire la Trilogia d’Autunno di Ravenna Festival il 6 novembre. Di fronte alle nuove restrizioni alla mobilità internazionale, la compagnia non ha potuto garantire la messa in scena di una produzione complessa, che si avvale del contributo di artisti provenienti da Regno Unito, Russia, Serbia, Canada e Stati Uniti. Il Festival non rinuncia però alla danza e annuncia il ritorno a Ravenna di un’artista molto amata: Svetlana Zakharova sarà in scena accanto al violinista e compagno di vita Vadim Repin e all’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini per Pas de deux for toes and fingers il 4, 5 e 6 novembre al Pala De André; la limitata permanenza degli artisti è infatti compatibile con la normativa in vigore per arrivi dalla Russia.

Le nuove date dello spettacolo di danza rendono doverosa una rimodulazione del calendario di Faust rapsodia (7, 9, 10 novembre al Teatro Alighieri) che consente una significativa razionalizzazione sul fronte produttivo. Chi ha acquistato il biglietto per una delle serate con Sergei Polunin sarà contattato dalla Biglietteria del Festival e potrà scegliere se sostituirlo con il biglietto per una delle date di Pas de deux for toes and fingers o chiedere il rimborso; in entrambi i casi avrà diritto di prelazione sull’acquisto delle date di Metànoia nel 2021, in corso di definizione. Le prevendite per Zakharova-Repin si apriranno per tutti lunedì 26 ottobre.
I biglietti già acquistati per Faust rapsodia (incluso Quanto in femmina foco d’amor) dell’11 novembre sono validi per la recita di lunedì 9; quelli per il 14 novembre sono validi per la recita di martedì 10. Per eventuali problematiche si prega di contattare la Biglietteria del Festival. Info: 0544 249244 www.ravennafestival.org

Argomenti:

ravenna festival

trilogia d'autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *