Treni per il mare in Romagna: da domenica fino a 139 convogli

Sovraffollamento dei treni regionali? «In qualche occasione, nonostante il potenziamento delle corse e le indicazioni fornite dal personale sui convogli con posti disponibili, capita che ci sia qualche resistenza a salire su un treno diverso da quello previsto – osserva Trenitalia Tper, anche se in partenza quasi allo stesso orario».

Al di fuori del “caso” di Ravenna rientrato nello sciopero di domenica scorsa (con un’adesione attorno al 60%), alla base di alcuni disagi, qualche volta, ci sono anche i comportamenti dei viaggiatori. Qualcuno invoca la soluzione del biglietto nominale. «Questo per i treni regionali già avviene nel caso di acquisto online – precisa la società – o in abbinamento con treni a lunga percorrenza e ad alta velocità, così come nel caso di biglietti acquistati con riduzioni e abbonamenti».

Da parte sua, Trenitalia Tper cerca di contrastare il sovraffollamento su più versanti contemporaneamente.

«Anche se l’orario estivo entrerà in vigore il 12 giugno, c’è già stato un primo potenziamento dei collegamenti da e verso le località turistiche più frequentate, che per l’Emilia-Romagna significa in particolare la riviera romagnola – comincia la panoramica –. Da domenica prossima l’offerta aumenterà ancora e nei fine settimana arriveremo a garantire fino a 139 treni regionali per e dalla costa, per un totale di oltre 80.000 posti. Le corse saranno più frequenti al mattino in direzione mare e nel pomeriggio/sera in senso opposto e utilizzeremo i nostri treni più capienti. In casi particolari siamo pronti anche a far partire treni straordinari o autobus di supporto. Il potenziamento delle corse e delle fermate riguarda anche le Frecce e gli Intercity di Trenitalia».

Ma significa anche «strumenti a disposizione degli utenti per capire quale treno scegliere: consultando l’app Trenitalia, per esempio, è possibile verificare il numero dei posti ancora disponibili su ciascun treno – aggiunge –. E assistenza ai clienti per distribuire meglio il flusso di persone sulla base della stazione di partenza e di quella di discesa: nelle giornate di maggior traffico, per un viaggiatore in partenza da Bologna e diretto a Rimini è certamente preferibile scegliere un treno con origine dal capoluogo emiliano al posto di una corsa proveniente da Milano o Piacenza sulla quale sono già presenti altri passeggeri».

Inoltre, «la nostra flotta è composta da treni di ultima generazione, con sistemi automatici di conteggio dei viaggiatori che ci aiutano nella programmazione dei servizi – conclude –. Fanno parte della flotta già in servizio anche 47 Rock doppio piano che, nella loro composizione massima, possono ospitare fino a 1.500 persone. Proprio per l’estate sono in arrivo, in Emilia-Romagna, 4 nuovi Rock con la più alta disponibilità di posti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui