Trema il pavimento della banca, allarme rapina: sono solo operai

«Correte ci trema il pavimento sotto i piedi, temiamo si tratti di una rapina».

Questo, parola più parola meno, il tenore della telefonata con cui la direzione del Crédit Agricole ex Cassa di Risparmio di Rimini, ha fatto scattare l’allarme che per un paio d’ore ha tenuto impegnato il personale in divisa (Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico) e in borghese (Squadra mobile) della Questura. Trambusto, poi si scoprirà, generato da operai di Anthea “troppo rumorosi” impegnati in un intervento a ridosso delle mura posteriori della banca.

Cos’è successo

Il palazzo in corso d’Augusto, che oltre agli sportelli dell’istituto di credito ospita anche la sede della Fondazione, è stato circondato dalle Volanti pochi minuti dopo l’apertura al pubblico. A far temere che da un momento all’altro nell’ampio storico salone si potessero materializzare le sagome di loschi figuri armati fino ai denti e con i volti mascherati, la “scossa” distintamente sentita da diversi dipendenti.

Scartata subito l’ipotesi si trattasse del terremoto, l’unica “plausibile” è stata ravvisata in un attacco alla banca dal sottosuolo: l’unico, che si ricorda a Rimini, in via Garibaldi, fallì miseramente. Fatto sta che la direzione, senza perdere tempo, ha chiamato le forze dell’ordine; e di lì a poco il palazzo davanti a Tiger è stato accerchiato dalla Polizia. Prese le prime informazioni, gli agenti abbandonati i saloni, hanno iniziato a setacciare la strada passo per passo. Hanno controllato il perimetro, poi hanno verificato che nessuno dei tombini fosse stato scoperchiato e quindi hanno chiesto ad alcuni residenti della zona di poter accedere all’interno di un garage attiguo alla banca, in maniera tale da vedere se ci potevano essere delle possibili vie di fuga o di ingresso allo spazio esterno dell’istituto bancario destinato alle auto. Allo stesso tempo è stata fatta la verifica della presenza di telecamere di sorveglianza per fare, nel caso, una acquisizione di immagini e capire chi era passato nelle strade nei dintorni della banca nelle ultime ore. Terminata l’ispezione delle fondamenta, il personale della Polizia è risalito alle cause. Ovvero a provocare tanta preoccupazione, un semplice intervento di Anthea in vicolo Rizzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui