Riminese travolto in moto, pirata ravennate incastrato da telecamera sul casco

Motociclista riminese di 23 anni resta gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto lo scorso 28 maggio sul Passo del Muraglione. Il pirata della strada adesso è stato individuato, dopo alcuni giorni di indagini, dai carabinieri della stazione San Godenzo, in provincia di Firenze: si tratta di un 45enne di Ravenna, che ora risulta indagato per lesioni stradali gravi. I militari dell’Arma sono risaliti al responsabile e sono riusciti a ricostruire la dinamica grazie alla tecnologia, già perché in soccorso è arrivato anche un filmato di una dashcam che per fortuna era montata sul casco del passeggero di uno dei due motocicli coinvolti nel terribile incidente.

Il violento impatto

Da quanto ricostruito infatti dai carabinieri, il 45enne era in sella a una potente Bmw con la propria compagna e dopo una sosta in un bar della zona sarebbe ripartito lungo la strada non accorgendosi dell’arrivo della Yamaha guidata proprio dal riminese che aveva la giovane fidanzata dietro.

Si è trattato di un impatto violentissimo in cui tutte e quattro le persone sono rimaste coinvolte e sono cadute ma è stato il 23enne riminese quello che alla fine ha avuto ala peggio: le sue condizioni sono infatti apparse subito molto gravi e sul posto è arrivato anche un elicottero per il trasporto d’urgenza, che ha portato il ragazzo all’ospedale di Careggi dove è stato subito sottoposto alle cure dei medici e dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata, anche se sembra che non sia in pericolo di vita.

In ospedale

Le sue condizioni sono comunque molto gravi a causa delle numerose fratture che ha riportato dopo l’impatto e la successiva caduta. E non solo: i medici hanno riscontrato anche un versamento polmonare. Il centauro della Bmw a sua volta caduto a terra ha riportando lesioni giudicate guaribili in 30 giorni così come per la passeggera della Yamaha, ovvero la ragazza del 23enne riminese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui