I residenti di Marina di Ravenna e Porto Corsini avranno riduzioni nelle tariffe del traghetto che collega le due sponde del canale Candiano e serve i lidi nord. Il Comune ci lavora con Start Romagna e la soluzione dovrebbe arrivare in tempi definiti «brevi»; intanto ieri la questione è arrivata in commissione consigliare Porto e lavori pubblici in forma di mozione unica firmata da La Pigna della consigliera Veronica Verlicchi e da Gianfilippo Rolando della Lega con un emendamento di Alvaro Ancisi di LpRa e non più con due testi separati. Non è la prima volta che nella commissione presieduta da Rudy Gatta (Pd) si discute della condizione dei residenti costretti al pagamento della corsa anche più volte al giorno che per motivi lavorativi, di studio o familiari.

La commissione

La mozione che andrà in consiglio comunale chiede di intervenire sulla tariffazione con due opzioni o la gratuità o una più percorribile riduzione con pacchetti agevolati per i residenti che si trovano servizi essenziali sulle due rive del canale, dall’anagrafe, alla biblioteca, alle scuole medie alla capitaneria ai servizi sanitari. La sensibile riduzione del biglietto, chiede la mozione, va compensata con risorse comunali; in più va considerato un diverso posizionamento del punto di imbarco, e vanno collocate una biglietteria automatica e telecamere. E cosa più importante vanno sostituiti i due mezzi esistenti, datati anni Novanta in favore di traghetti a gnl. Stefano Gardini, in qualità di esperto de La Pigna ha segnalato la consuetudine degli abitanti di Marina che raggiungono il ponte mobile a Ravenna per andare al lavoro in via Baiona a volte in minor tempo rispetto alla traversata. Alla richiesta della consigliera Valbonesi (Pd) di avere una quantificazione economica delle riduzioni e delle compensazioni necessarie e del consigliere Manzoni (Iv) di sapere in quali tempi il Comune verrà incontro alle richieste dei cittadini dei due lidi, ha risposto l’assessore alla mobilità Roberto Fagnani e il mobility manager Nicola Scanferla.

La risposta

«Abbiamo avviato una serie di interventi su questo tema – assicura Fagnani –, c’è stata la revisione degli abbonamenti in accordo con i comitati cittadini e ora siamo disponibili a studiare una formula di abbonamento agevolata per residenti. Il traghetto va inserito nel tema generale della revisione del trasporto pubblico locale, ma ci vorrà più tempo per la sostituzione dei mezzi. Per il collegamento sul Candiano non parlerei di gratuità, ma di abbonamento con forti riduzioni. Contiamo di arrivare a breve a una soluzione». L’architetto Scanferla ha promesso una cartellonistica adeguata e un ripensamento del punto di imbarco lato Marina di Ravenna.

Argomenti:

marina

tariffe

traghetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *