Tra Italia e Francia alla ricerca delle bolle con le quali brindare

Ed eccoci finalmente, anche per questo 2021, a sfruttare la ‘scusa’ delle festività per un bel brindisi collettivo. Anche per il settore vitivinicolo, inutile nasconderlo, sono state due annate travagliate; tuttavia la sostanziale tenuta del comparto, anzi, il leggero aumento delle vendite rispetto al 2020 – gli ultimi dati presentati (fonti Iri) parlano di circa un 2% in volume e quasi 10% in valore nei primi 9 mesi del 2021 – conferma che il settore del vino si è trasformato in un asset portante per l’intera economia peninsulare, oltre che in un’ideale testa di ponte per presentare al mondo l’italian way of life che ci caratterizza. In questo scenario, indubbiamente recessivo per tutti i settori che afferiscono al turismo, che il vino abbia mantenuto il posizionamento maturato negli ultimi 30 anni di egregio lavoro sul campo, ovviamente commerciale e di marketing, ma, soprattutto, sulla qualità media dei prodotti, fa ben sperare anche per il futuro. Analizzando in particolare il segmento delle bollicine, la situazione rimane ugualmente ‘frizzante’.

C’è un movimento consistente e molto vivace di produttori, piccoli e medi, ma anche grandi, cantine e consorzi, che stanno sperimentando con varietà territoriali, classiche o riscoperte, e con vitigni internazionali, sia nel settore del metodo classico che di quello charmat che, ovviamente, nell’ancestrale, con risultati di grande interesse. Lo diciamo spesso, la bollicina induce euforia e, che si tratti di un effetto reale o di condizionamento psicologico, in questo momento indubbiamente ne abbiamo un po’ tutti bisogno. Ecco, quindi, la nostra selezione di bollicine, pensate anche in funzione dell’abbinamento con i cibi. Sono tre Franciacorta, due TrentoDoc, due outsider di levatura, immaginati per rappresentare il ‘nuovo’ che avanza, e, ovviamente, un Lambrusco di grande qualità e di impronta artigianale. Come si dice in questi casi, ce n’è davvero per tutti i gusti. E allora, buon divertimento e, ovviamente, buone feste a tutti!

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui