“Tra Borello e Gualdo la provinciale ormai è una mulattiera”

Le condizioni della strada nella provinciale 138 sono pessime, soprattutto nel tratto tra la fine di Cesena (quindi Borello) e l’area di Mercato Saraceno (quindi Bivio Montegelli) che taglia anche zona d’interesse per il Comune di Roncofreddo (Gualdo). In queste ore alcuni cittadini hanno interessato via mail direttamente i sindaci di tutti i comuni che vengono attraversati dalla strada. Per chiedere un ritorno ad una condizione dell’asfalto tale da poter essere transitata senza costanti rischi.

«Quello di questa strada – si legge nella nota – è un problema che va avanti da anni e che è arrivato ad un punto di non ritorno.

La provinciale 138 da Borello a Gualdo è in condizioni disastrose da quando è passata sotto “le mani” dell’Anas».

Si tratta di tre chilometri di strada affacciate alle cosiddette “curve del Gualdo” tanto care ai ciclisti amatoriali soprattutto nel weekend e da dove passa anche la Maratona Alzheimer.

«Vi transitano costantemente anche gli abitanti dei comuni di Sogliano e Mercato Saraceno con buche e dislivelli misurati che arrivano anche a 20/25 centimetri di profondità e di sbilancio. Su uno dei ponti c’è un semaforo provvisorio e circolazione alternata da oramai circa un anno. Un semaforo che viene rispettato quasi esclusivamente dalle vetture perché i ciclisti amatoriali quasi mai si fermano rischiando la propria incolumità e di inguaiare chi guida i mezzi a motore. La strada insomma ha più l’aspetto di una mulattiera di montagna. Ed i provvedimenti presi sono di apporre dei cartelli di pericolo. Credo che i comuni dovrebbero fare il punto della situazione con Anas. Perché circolare in questo modo non è più possibile».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui