Torre Pedrera, chiude la storica tabaccheria: morìa di attività nella morsa dell’e-commerce

“La Tabaccheria” chiude i battenti dopo mezzo secolo: Torre Pedrera paese fantasma? Le sorelle Simona ed Elisa Pesaresi hanno tirato giù la saracinesca il 31 ottobre scorso, in sordina, dicendo addio a un’attività fondata in via San Salvador nel 1969. Una volta appresa la notizia, la reazione della comunità è stata di tutt’altro tono. Non accenna a spegnersi il malcontento perché nello stesso periodo hanno gettato la spugna altre punte di diamante della città, ovvero “Foto Alfredo” e “Rossi calzature”. Il primo negozio venne aperto da Alfredo di Vangelisti che, come ricordano i concittadini, faceva la spola in bici tra questo negozio e quello di Viserba collaborando con il fotografo Italo Angelini, amico della soubrette Raffaella Carrà. Quanto al negozio di scarpe fu avviato dai fratelli Rossi, prima ciabattini, poi commercianti e infine gestori anche del primo distributore cittadino.

La morsa dell’e-commerce

A non commentare l’ennesimo colpo al cuore della comunità sono le titolari della storica tabaccheria, le sorelle Pesaresi che, «cresciute lavorando nell’attività di famiglia», preferiscono non parlare «anche per non alimentare ulteriori polemiche», trincerandosi nel riserbo.

«Abbiamo chiuso il 31 ottobre nella riservatezza più totale – glissano – e mai avremmo voluto essere motivo di discussione come accaduto».

Intanto Gianni Berardi, presidente da circa vent’anni del comitato di Torre Pedrera, prova a individuare le cause delle luci che continuano a spegnersi, rinvenendo le principali ragioni «nel trionfo dell’e-commerce, oltre alla concorrenza degli ipermercati e ai rincari delle bollette».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui