Torna il “Mystfest” di Cattolica dal 26 al 30 giugno

CATTOLICA. Lo “sceriffo di Cattolica” ci sarà anche quest’anno al Mystfest. Non poteva che portare “marchiata” addosso l’effige dell’indimenticato Andrea G. Pinketts, scrittore genialoide e bizzarro scomparso prematuramente lo scorso dicembre, la 46ª edizione del Festival internazionale del giallo e del mistero che continua a “tenere botta” – nella sponda sud dell’Adriatico romagnolo – e a sorprendere.
Da martedì 26 a domenica 30 giugno la Regina tornerà a tingersi di giallo. A Pinketts, la cui sagoma riempie di leggiadra malinconia il bel manifesto firmato da Alessandro Baronciani, è intitolato il premio offerto da Sgr per la cultura (nuovo sponsor della manifestazione) assegnato a un autentico monumento della letteratura americana: Joe R. Lansdale, che lo ritirerà domenica 30 giugno; alla serata parteciperanno anche Seba Pezzani, traduttore e collaboratore di Lansdale, e lo scrittore Lewis Shiner.
Amico del festival da sempre (almeno da quando, nel 1984, ricevette una menzione al Premio Gran Giallo per poi vincere con il miglior racconto nel 1989) Pinketts sarà ricordato anche con la presentazione del suo ultimo libro, E dopo tanta notte strizzami le occhiaie: a parlarne saranno tra gli altri il filosofo Giulio Giorello e la madre Mirella Marabese. E poi con le mostre “Enjoy your monsters” di Alexia Solazzo, con opere originali contenute nel libro, e “Andrea G. Pinketts lo sceriffo di Cattolica”, percorso di testimonianze fotografiche dei 30 anni di amore per la Regina dell’Adriatico.
Nato nel 1973 da un’intuizione di Enzo Tortora, Alberto Tedeschi (storico direttore de Il Giallo Mondadori) e Oreste Del Buono, il Mystfest 2019 ritrova anche la sua connotazione cinematografica riproponendo i “film a mezzanotte” con la retrospettiva dedicata al maestro dell’horror e del giallo italiano Mario Bava (tutte le sere al Salone Snaporaz in collaborazione con il circolo cinematografico Toby Dammit), fonte di ispirazione per tanti autori del cinema statunitense, da Scorsese a Tarantino, passando per Tim Burton e David Lynch. Si parte con Sei donne per l’assassino (1964), si continua con Diabolik (1967), non mancherà il film d’esordio La maschera del demonio (1960) con la straordinaria Barbara Steel che qualche anno dopo sarà in 8 ½ di Fellini, quindi La ragazza che sapeva troppo (1962) e Operazione paura (1960).
Il “re del terrore” Diabolik, sarà protagonista della giornata del 27 giugno con un incontro al quale parteciperanno Patricia Martinelli, autrice e prima direttrice di Astorina, casa editrice della storica serie di fumetti, gli scrittori Davide Barzi, Andrea Carlo Cappi, Carlo Lucarelli e il regista Giancarlo Soldi, di cui sarà presentato il docufilm Diabolik sono io: un lavoro dove a fare da fil rouge della narrazione sono le sorelle Giussani, le mitiche creatrici di Diabolik, ma si investiga anche sul mistero legato ad Angelo Zarcone, il primo illustratore di Diabolik poi sparito nel nulla.
Il festival in apertura offrirà una prima assoluta: lo spettacolo per voce, chitarra e disegni “Negativa”, dal libro di Alessandro Baronciani. Uno “spettacolo disegnato” che metterà in scena la graphic novel horror Negativa, illustrato dal vivo con gli interventi di Carlo Lucarelli e la colonna sonora di Colapesce.
Ma il Mystfest avrà anche una anteprima martedì 25 giugno al Lamparino con i tributi da Tarantino a James Bond della band The Gangstar.
Venerdì 28 invece Maurizio De Giovanni porterà a Cattolica la sua “giustiziera” Sara che avrà la voce di Valentina Lodovini nel reading musicale Le parole di Sara. Antonella Boralevi presenterà poi al pubblico del festival il suo romanzo Chiedi alla notte.
Sabato 29 giugno un altro scrittore cult del mondo del giallo italiano e un altro reading: Alba nera, dal romanzo di Giancarlo De Cataldo edito da Rizzoli. De Cataldo e Angela Baraldi, cantante e attrice bolognese, leggeranno alcuni brani sul palco del Mystfest prima della cerimonia di premiazione.
La giuria premierà, tra i 110 pervenuti, il racconto vincitore del 46° Premio Gran Giallo Città di Cattolica.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui