Torna Hippo, il cavallo alato. Lo scultore bloccato nella zona del Coronavirus

RICCIONE. Martedì torna in piazzale Cadorna la statua Hippo. La scultura luminosa è in restauro dall’estate scorsa, da quando cioè a causa di forti venti e piogge, aveva subito alcuni danni. L’opera era stata inaugurata nel luglio del 2010 dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. «Queste statue sono vive e quindi si muovono», racconta con ironia l’artista che l’ha realizzata, Marco Lodola, dal suo laboratorio a Pavia, dove lavora e vive. Lui non sarà presente essendo infatti in quella particolare condizione legata alla cosiddetta zona rossa, così definita per le restrizioni dovute ai casi di infezione da Coronavirus. Le operazioni di ricollocamento sono coordinate dal settore Lavori pubblici del Comune ed eseguite da Geat. «Spero che in tanti anni – dice Lodola – Hippo sia stato un riferimento positivo per i viaggiatori che arrivano a Riccione in treno, un simbolo della città che amo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui