Torna Ferrara Buskers Festival: tanto di cappello agli artisti

L’arte si fa strada. Ferrara Buskers Festival. Dal 24 al 28 agosto (con anteprima il 23 a Comacchio) le vie del centro storico della città torneranno a riempirsi di pubblico festante, attirato dall’assoluta unicità di questo evento dedicato ai musicisti di strada che è il più grande al mondo, e completamente gratuito. La 35esima edizione è stata presentata ieri e le novità non sono mancate. Dal 1988 ad oggi la musica qui non si è mai fermata, neanche nei due difficili anni appena trascorsi. Il Festival amato e celebrato da moltissimi artisti, tra cui Lucio Dalla e Gianna Nannini, aprirà le proprie porte ai migliori buskers del mondo che dal tramonto alla mezzanotte si alterneranno lungo un percorso che si snoderà in alcune delle piazze e degli angoli più suggestivi di questa meravigliosa città.

“Ferrara Buskers Festival è un modello, ambasciatore di Ferrara e dell’Emilia Romagna nel mondo” – afferma Marcella Zappaterra, Presidente Gruppo Assembleare Regione Emilia Romagna – “È una realtà che è sempre riuscita a interpretare la propria storia e a rilanciarsi… E di questo dobbiamo ringraziare Stefano Bottoni e tutto lo staff del Festival”.

Un’edizione importante che, ben definita nelle parole di Rebecca Bottoni, Presidente dell’associazione Ferrara Buskers Festival: “Siamo molto felici di tornare nelle strade e nelle piazze del centro storico e mantenere la gratuità dell’evento per noi uno sforzo organizzativo importante. Abbiamo selezionato i migliori buskers del mondo che nella vita fanno veramente, i buskers. Casi come i futuri Maneskin, ora giustamente sulla bocca di tutti, potrebbero essere scoperti qui a Ferrara. Abbiamo selezionato 24 gruppi invitati e 99 gruppi accreditati. Il mood di questa edizione è la spensieratezza, che il festival riesce a dare soprattutto dopo gli ultimi due anni. Ci sentiamo quindi “un’oasi buskers” fatta di convivenza e rispetto. Ne è testimone la presenza, fra gli invitati, dei Cosmonautix, formazione russo-ucraina, a significare che un’alternativa è sempre possibile. Questo è il mondo che vogliamo”.

Fra le novità di quest’anno il Buskers Food Village situato in Piazza Castello con food truck altamente selezionati per abbinare la musica al cibo di strada. Confermato il tradizionale mercatino dell’artigianato artistico in Largo Castello realizzato in collaborazione con CNA Ferrara. Torna, a grande richiesta dopo due anni di stop, il DopoFestival organizzato dall’Associazione Puedes, e, per la prima volta, si svolgerà al Parco Massari, dalla mezzanotte in poi e presenterà formazioni buskers ma anche djset e concerti live. Si rinnova, dal 1994, anche la collaborazione con il Comune di Comacchio che ospiterà nel centro storico l’anteprima del Festival, martedì 23 agosto dalle ore 21.30 con decine di esibizioni degli artisti invitati al Ferrara Buskers Festival.

Ad arricchire ulteriormente il programma diverse attività collaterali quali: laboratori musicali per adulti e bambini, degustazioni enogastronomiche e dibattiti dedicati all’ambiente e al sociale e i talk del Festival.

Tutti i giorni dalle ore 19 alle 24 mentre la domenica finale dalle 17 alle 21.30. Come ogni anno al qui non è richiesto alcun biglietto per assistere agli spettacoli, bensì la facoltà di lasciare un libero contributo nel cappello degli artisti, un gesto che li premierà per la loro arte, il carisma e la capacità di trascinare gli spettatori in un viaggio musico-teatrale che percorre le strade di diversi paesi del Mondo.

Ferrara Buskers Festival® ogni anno richiama da tutto il mondo centinaia di spettatori e di artisti che fanno richiesta di partecipazione, attirati dalla prospettiva di partecipare a un evento famoso in tutto il mondo e con una credibilità riconosciuta, oltre da quella non trascurabile di vedere rispettata, appunto, la cultura del “cappello”.

Il lavoro di selezione operato dallo staff e dal direttore artistico Stefano Bottoni è stato imponente, scegliendo con cura i migliori buskers del mondo che si esibiranno per le vie della città del Ferrara Buskers Festival®. Quest’anno si è scelto di portare da 20 a 24 gli artisti invitati e a 99 quelli accreditati su oltre 800 richieste pervenute da 51 nazioni, di cui 19 rappresentate e comprendenti paesi come Corea del Sud, Mongolia, Israele, Malesia. La fascia di età principale è composta da 136 Under 35 su 308 artisti complessivi ed è forte anche la presenza di donne buskers, 80 totali spesso presenti anche in formazione singola.

In quest’ottica di scouting, viene riconfermato il “Progetto Young – Fateci Strada” per far vivere un’esperienza di condivisone, non solo musicale, a giovani musicisti busker ai primi passi in strada.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui