Torna “Amarcort”; tutto il festival online

RIMINI. Sarà un’edizione totalmente online (www.amarcort.it) quella che, dal 24 novembre al 13 dicembre, vedrà il ritorno di “Amarcort film festival”, giunto nel 2020 alla sua tredicesima edizione, che quest’anno si fregia, per la prima volta, di un comitato d’onore composto da importanti personalità del cinema e della cultura. A farne parte sono i registi Gianfranco Angelucci e Alessandro Benvenuti, il drammaturgo e regista Ugo Chiti, la regista e nipote di Fellini, Francesca Fabbri Fellini, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, il critico cinematografico Maurizio Porro, il regista e critico cinematografico Mario Sesti, la star internazionale Donald Sutherland e l’attrice Milena Vukotic.
Il via il 24 novembre con una tre giorni dedicata alle scuole. La prima settimana del Festival sarà aperta con il saluto ai piccoli studenti delle scuole elementari da parte del Ministro all’Istruzione Lucia Azzolina di seguito i bambini potranno visionare i corti della sezione “Miranda”, dedicata ai più piccoli che voteranno il loro corto preferito. Il 27 novembre incontro con Anna Gutto; la regista norvegese parlerà del suo lavoro.
Non mancherà nella prima settimana il tradizionale appuntamento pre-festival con “Il giro del mondo in 80 corti”. Mercoledì 25 novembre dalle 21 saranno proiettati i migliori 10 cortometraggi non selezionati come finalisti ad Amarcort 2020, valutati dal pubblico.
Fellini e Guerra
Ma Amarcort quest’anno non poteva non festeggiare con Rimini e il mondo un grande anniversario: la nascita di Federico Fellini al quale il festival è ispirato. L’appuntamento clou sarà sabato 12 dicembre: al Grand Hotel di Rimini sarà allestito un set che ospiterà le dirette con ospiti prestigiosi. Sarà proiettato il documentario su Tonino Guerra dal titolo “Buongiorno, tira il vento” di Mikheil Mrevlishvili e di seguito il talk sull’ultimo cortometraggio “La Fellinette” con la partecipazione di Francesca Fabbri Fellini e il cast artistico e tecnico, in cui spiccano i nomi d Milena Vukotic, Sergio Bustric, Ivano Marescotti.
Sarà anche la giornata della premiazione de “Un felliniano nel mondo” che quest’anno andrà al grande illustratore e fumettista Milo Manara che illustrò le sceneggiature di Fellini “Viaggio a Tulum” e “Il viaggio di G. Mastorna”, oltre che la locandina de “La Voce della Luna”, a cui Amarcort quest’anno è dedicato. Per l’occasione Milo Manara sarà intervistato da Vincenzo Mollica.
Le sezioni
“Amarcort”, sezione principale che prende il nome dal festival, è dedicata ai cortometraggi italiani e stranieri; “Gradisca” sezione dedicata a cortometraggi italiani e stranieri sotto i 5 minuti; per i cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere animazione c’è la sezione denominata “Rex”; “Fulgor”, dal nome dello storico cinema riminese che comprende i cortometraggi emiliano-romagnoli; “Aldina” è la sezione rivolta alle scuole di cinema; “Gironzalon” invece dedicata ai cortometraggi sperimentali; “Cantarel”, dedicata ai videoclip musicali.
Quest’anno si è aggiunta una nuova sezione “Home made movie” che Amarcort ha aggiunto per ospitare tutti i cortometraggi realizzati durante il periodo del lockdown e quindi fatti in casa.
Domenica 13 dicembre la premiazione del concorso che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 1200 cortometraggi provenienti da 97 paesi del mondo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui